L’Udc a Pettinari: “Vai Antonio”
ma il presidente non rompe il silenzio

PROVINCIALI - Dalla riunione dei vertici massimo appoggio alla ricandidatura del presidente uscente che però mantiene il riserbo sulle sue intenzioni. In casa Pd qualcosa si muove e Carancini potrebbe dire la sua
- caricamento letture
inaugurazione creahub pettinari foto ap (12)

Il presidente della Provincia Antonio Pettinari

 

di Claudio Ricci

Provinciali: Antonio Pettinari mantiene il riserbo sulla sua candidatura alle elezioni del 28 agosto. Sembrava potesse essere decisiva la riunione di ieri sera dello stato maggiore Udc-Popolari della provincia ma il presidente uscente non ha rotto il silenzio neanche con i suoi che hanno invocato ad alta voce la prosecuzione dell’esperienza amministrativa nell’Area vasta. Nonostante l’avallo – pare – dei vertici regionali del Pd (da palazzo Raffaello sembrerebbe arrivare anche l’endorsement del governatore Luca Ceriscioli) il presidente mantiene la clausura. Intanto proprio dal summit di ieri sera, che ha visto riuniti il comitato provinciale dell’Udc , il coordinamento provinciale dei Popolari Marche e gli amministratori eletti in provincia arriva il pieno appoggio.

Luca Marconi

Il consigliere regionale dell’Udc Luca Marconi. Dal partito massimo appoggio alla ricandidatura del presidente

«I Popolari Marche-Udc propongono il nome di Antonio Pettinari quale presidente dell’Area Vasta come candidato unitario – si legge nella nota – per dare maggiore forza politica alla nostra provincia in tutte le complesse relazioni istituzionali che la nuova organizzazione comporterà. Ringraziano il presidente della per l’impegno profuso nella guida dell’amministrazione provinciale riconoscendogli l’autorevolezza nel ruolo ricoperto e la sicura competenza, unitamente all’intera amministrazione, per la proficua attività svolta nell’ultimo quinquennio. I Popolari Marche – Udc e i tanti rappresentanti, anche non aderenti al partito, delle amministrazioni presenti all’assemblea, chiedono con forza ed in maniera unanime al presidente Pettinari di continuare nell’impegno alla guida della Area Vasta maceratese, quale nuovo ente di secondo livello rappresentativo dei comuni, in considerazione del delicato momento legato all’attuazione della legge Delrio ancora in corso». La benedizione dei cattolici si unisce a quella, sempre più ventilata, dei civici e al nulla osta di Massimiliano Bianchini. Si allarga dunque il fronte a favore della rielezione di Pettinari ma nel Pd qualcosa si muove e sembra che il sindaco Romano Carancini (fino a ieri defilato) potrebbe rientrare in corsa o dire la sua al tavolo allargato presieduto dal segretario provinciale Settimio Novelli. A sostenere la posizione del primo cittadino del capoluogo ci sarebbero pareri autorevoli come quello del sindaco di Recanati Francesco Fiordomo.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X