Il cemento diventa oggetto d’arredo
per far fronte alla crisi

COLMURANO - Dopo un anno dall'inizio della produzione di pezzi unici per interni ed esterni, l'architetto Andrea Seri ricorda i suoi successi nel giorno del suo compleanno. Festa in famiglia con la moglie Monia e il figlio Giammarco
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
l'architetto Andrea Seri

L’architetto Andrea Seri

Il cemento può diventare “Fikissimo” se lavorato dalle abili tecniche di un professionista del settore. E’ quanto succede a Colmurano dove l’architetto Andrea Seri anche per far fronte alla crisi, un anno fa ha deciso di puntare su nuovi progetti e di creare idee originali e innovative, oggetti nati dalla maestria di chi da anni lavora nel campo dell’edilizia.
Dopo anni di esperienza alla Cosmo Seri – azienda di Colmurano specializzata nella realizzazione di cabine elettriche e prefabbricati – si pensa al futuro e si sceglie di diversificare la produzione pensando a qualcosa di nuovo. L’azienda che da oltre un secolo lavora il cemento, la calce, il ferro e molti altri materiali ha trovato un modo per far fronte ad un periodo non facile dal punto di vista economico, trasformando la materia prima in oggetti di design. Fikissimo: questo il nome della linea di elementi d’arredo per interni ed esterni creata dall’architetto Seri che, con la sua storia, è stato protagonista anche sulle pagine del quotidiano “Il Sole 24ore”. Oggetti particolari, realizzati in modo artigianale utilizzando il cemento, oggetti unici che stanno facendo il giro del mondo grazie al successo delle vendite oltre oceano. Un traguardo importante raggiunto dopo solo un anno dall’inizio del cambiamento. Successi che si festeggiano in famiglia proprio nel giorno del compleanno di Andrea. L’occasione giusta che la moglie Monia prende al volo per fare tanti auguri al marito. “Auguri dai tuoi amori Monia e Giammarco”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X