Restauro di Palazzo degli Studi
Negati i 650mila euro
“Per la Regione non è una scuola”

MACERATA - Le impalcature resteranno ancora a lungo sul monumentale edificio del centro storico. Il presidente della provincia Pettinari: "A causa della presenza degli uffici non ci hanno assegnato i fondi, faremo ricorso"
- caricamento letture
Palazzo degli studi con impalcatura (5)

La facciata di via Gramsci

di Marco Ribechi

Il Palazzo degli Studi di Macerata per il momento non verrà restaurato. L’edificio, situato tra via Gramsci e corso Matteotti, è destinato a rimanere coperto dalle impalcature a tempo indeterminato dopo che la Regione ha negato i 650mila euro necessari per la sistemazione della struttura di proprietà della Provincia. Il monumentale palazzo era stato messo in sicurezza quasi un anno fa dopo che, a causa di un violento temporale, un cornicione si era distaccato crollando sopra un’auto in sosta (leggi l’articolo). «Non ci sono stati assegnati i fondi per il restauro poiché la Regione, in maniera poco comprensibile, nega che l’edificio sia una scuola – spiega Antonio Pettinari, presidente della Provincia – Non basta che sia sempre stato sede di istituti superiori, che sia attualmente occupato da una parte del liceo scientifico e che si chiami addirittura Palazzo degli Studi: la presenza al primo piano degli uffici tecnici della Provincia costituirebbe un ostacolo ai fondi per le scuole».

Palazzo degli studi con impalcatura (7)

Una parte danneggiata del palazzo

La Provincia aveva già appaltato i lavori per la manutenzione della facciata conclusi con una spesa di circa 60mila euro (leggi l’articolo) che però costituivano solo una parte minimale rispetto al progetto esecutivo. Il resto, inclusi i mosaici della pavimentazione, doveva essere coperto con fondi regionali visto che il patto di stabilità non permette alla Provincia di utilizzare i soldi destinati agli investimenti. «I soldi li abbiamo ma non possiamo spenderli perché bloccati – continua il presidente della Provincia – Per questo avevamo inserito 8 progetti per le scuole maceratesi da presentare in Regione. Di questi 8 solo 5 sono stati approvati ma purtroppo il Palazzo degli Studi, che costituiva la nostra prima scelta per la sua bellezza e importanza, non è stato inserito perché ci sono anche degli uffici. E’ una decisione assurda, per questo ho chiesto all’ufficio legale di verificare la possibilità di intraprendere un ricorso contro la Regione».

Palazzo degli studi con impalcatura (4)

L’impalcatura vista dal loggiato

Intanto il palazzo degli studi continua ad essere celato sotto le impalcature, che però non costituiscono un costo vivo poichè sono state acquistate dalla Provincia. «Le impalcature non possono essere rimosse perchè potrebbero crollare altri pezzi di cornicione – conclude Pettinari – Per fortuna, prevedendo il dilungarsi dei lavori, abbiamo pensato di acquistarle ad un costo di 24mila euro, in futuro saranno rivendute. Però, al di là dei costi dispiace vedere un edificio così bello nel cuore del centro storico che non può essere restituito alla cittadinanza. Invece un mio sogno è anche quello di poter sfruttare il bellissimo terrazzo che si trova sul tetto, dal quale si gode di una vista panoramica spettacolare».

Palazzo degli studi con impalcatura (16)

Il panorama dal tetto del palazzo degli studi

Palazzo degli studi con impalcatura (13)

La bellissima terrazza panoramica

Palazzo degli studi con impalcatura (14)

La terrazza del Palazzo degli studi

Palazzo degli studi con impalcatura (12)

Palazzo degli studi con impalcatura (10)

La facciata già restaurata

Palazzo degli studi con impalcatura (9)

L’impalcatura in corso Matteotti

Palazzo degli studi con impalcatura (3)

Il loggiato dal lato di corso Matteotti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X