“Passa il treno con le sbarre alzate
Ho rischiato di morire”

MACERATA - Questa notte intorno all'1,20 Massimiliana Castellani stava tornando a casa con la sua auto quando racconta di essersi vista passare un vagone della manutenzione a pochi centimetri
- caricamento letture
Passaggio a livello contrada Valle

Il passaggio a livello in contrada Valle a Macerata

 

di Sara Santacchi

Vedere passare un treno, all’improvviso, a pochi centimetri dalla propria auto nel bel mezzo della notte. Una scena da film che, invece, è accaduta realmente a Massimiliana Castellani, 40 anni, maceratese, che la notte scorsa ha vissuto nel giro di pochi secondi il peggiore degli incubi, fortunatamente senza che ciò si trasformasse in tragedia. «Stavo tornando a casa dopo il lavoro (da Roadhouse) intorno all’1,20 – racconta Castellani – sulla strada che da Piediripa di Macerata porta alla Pace quando in contrada Valle, mentre stavo per attraversare il passaggio a livello, è improvvisamente passato un treno giallo sui binari, con le sbarre alzate». Nessun avviso, nessun rumore e sbarre completamente alzate. Niente che facesse pensare, insomma, al passaggio di un treno, tanto più che a quell’ora non ci sono corse.

Massimiliana castellani

Massimiliana Castellani abita in via Pace e stava tornando a casa da Piediripa

Una grande paura, dunque, nel vedersi davanti un muro giallo che poi è scomparso: «Penso si trattasse di un treno della manutenzione, aveva tante luci molto forti ed io, proprio distratta da quelle, ho avuto il riflesso di fermarmi – continua Castellani – Qualche secondo in più o centimetro e sarei potuta morire. Non nego che la paura è stata tanta, soprattutto dopo. Sul momento sono rimasta abbastanza lucida e ho pensato solo a tornare a casa, ma dopo mi sono saliti tanti timori su quello che sarebbe potuto succedere. E’ una strada che faccio sempre e in cui passano tante persone, come a me sarebbe potuto succedere a chiunque. Ho subito avvisato amici, colleghi e parenti dell’accaduto, ma soprattutto adesso provvederò a contattare le Ferrovie dello Stato. Penso – conclude – a mio figlio che sta per prendere la patente e non posso non preoccuparmi. Cose del genere non devono accadere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X