Da Unicam al Cern
Geni di casa nostra sbarcano a Ginevra

CERVELLONI- Federica Bonfigli, laurea magistrale in Fisica, e Riccardo Pancotti, specializzato in Informatica, sono due dei quattro giovani marchigiani vincitori delle borse per un periodo al centro europeo sulla ricerca nucleare messe a disposizione dalla Regione nell’ambito del progetto"Che Fisico!"
- caricamento letture
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Federica Bonfigli, la dottoressa in fisica sperimentale attualmente impegnata in un progetto internazionale al Cern

I laureati Unicam Federica Bonfigli, laurea magistrale in Fisica, e Riccardo Pancotti, laurea magistrale in Informatica, sono due dei quattro giovani laureati marchigiani vincitori delle borse di studio per un periodo di studio e ricerca nel Cern di Ginevra, messe a disposizione dalla Regione Marche nell’ambito del progetto”Che Fisico!”.  Obiettivo del progetto, realizzato grazie alla collaborazione tra la Regione ed il Centro europeo per le ricerche nucleari, è quello di creare opportunità formative di alto livello per giovani laureati nei settori della fisica, dell’informatica e dell’ingegneria e di fornire loro competenze da utilizzare nel loro lavoro e nell’innovazione tecnologica per la nostra Regione. Da un mese i borsisti sono a Ginevra, dove per un anno ricopriranno il ruolo di ricercatori. Federica Bonfigli è stata inserita nel laboratorio di criogenia del dipartimento di tecnologia del Cern, avendo svolto il lavoro di tesi magistrale sperimentale nel laboratorio di criogenia di Unicam. “Il progetto che mi è stato proposto – ha spiegato Bonfigli – riguarda la progettazione e la realizzazione di un criostato, un apparecchio utilizzato per mantenere a basse o bassissime temperature altre strumentazioni, da inserire in un setup creato da un gruppo di ricerca del Cern, che sta svolgendo un esperimento volto a misurare la forza di gravità agente sull’antimateria (Aegis). Si tratta di un lavoro molto ambizioso, dal momento che si prevede di raggiungere una temperatura di 1.5 Kelvin in un campione di anti-idrogeno opportunamente rallentato e pre-freddato. Mi auguro che oltre ad essere una preziosa esperienza formativa, questa opportunità possa aprirmi anche nuove prospettive nell’ambito della ricerca anche nel nostro territorio”.

pancotti

Riccardo Pancotti, informatico laureato ad Unicam oggi impegnato per un progetto di ricerca al Cern

Riccardo Pancotti è stato inserito all’interno dell’it department, nel gruppo “Web and Linux Services” della sezione Operating System & Infrastructure Services.“Il progetto che sto seguendo riguarda lo sviluppo di una Enterprise Social Network (Esn) – ha rivelato Pancotti – Si tratta in sostanza di un social aziendale, volto a migliorare le interazioni e le discussioni all’interno dei gruppi di lavoro del Cern”. “Questo importante risultato – ha dichiarato il rettore Unicam Flavio Corradini – rappresenta un grande motivo di orgoglio per l’intero ateneo. Si tratta di una ulteriore testimonianza della qualità della didattica, delle attività formative e delle competenze per le attività di ricerca che riusciamo a trasferire ai nostri laureati e che possono avere ricadute occupazionali e di sviluppo per il territorio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X