“Spinelli già a 13 anni”,
l’allarme del procuratore Giorgio
“Non basta punire”

MACERATA - Alcol e droga sono un fenomeno in espansione tra i minorenni. Il focus oggi in Prefettura alla riunione del comitato "Uniti contro le droghe". Aperto un fascicolo sul caso di 20 giovani che sabato notte si sono sentiti male per eccesso di alcolici fuori da una discoteca
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il procuratore Giovanni Giorgio

Il procuratore Giovanni Giorgio

«Il consumo di droga tra i giovanissimi è in forte aumento. Fumano hashish già a 13 anni per passare poi a droghe più pesanti». Lo rivela il procuratore Giovanni Giorgio, che in mattinata ha partecipato alla riunione in prefettura del comitato “Uniti contro le droghe”. Presenti anche i dirigenti del Sert, è stato fatto il punto su un fenomeno sociale sempre più in espansione. «Alcol e sostanze stupefacenti sono in aumento tra i minorenni – continua Giorgio – per fermare il problema occorre, oltre all’azione penale, anche un’azione educativa incisiva». Il segnale verrà dato dalle scuole. A breve saranno organizzati degli incontri con i dirigenti degli istituti scolastici della provincia. Intanto la Procura ha aperto un fascicolo su un fatto accaduto sabato notte in una discoteca di Porto Potenza. Un gruppo di 20 ragazzini si è sentito male all’uscita del locale per eccesso di alcol. I giovani verranno ora sentiti dai carabinieri per capire dove e chi abbia dato loro da bere.

(Mar. Ve.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X