Macerata, riapre l’Excelsior:
una storia lunga 62 anni

Sabato 17 cerimonia per la nuova inaugurazione del cinema, dotato di un nuovo proiettore per il digitale."Non solo film, ma anche uno spazio per tutta la comunità"
- caricamento letture
Il cinema Excelsior

Il cinema Excelsior

di Filippo Ciccarelli

Il cuore del cinema Excelsior torna a pulsare. Uno dei cinema storici di Macerata, chiuso alla fine del 2012 con il tramonto dei film distribuiti in pellicola (soppiantati dal digitale, per il quale serve una tecnologia ad hoc e della quale la struttura di via Colle di Montalto era sprovvista), riaprirà i battenti sabato prossimo alle 18 con la proiezione di “Saving Mr. Banks” di John Lee Hancock. La riapertura del cinema è stata possibile a seguito dell’acquisto del nuovo proiettore digitale da parte della Diocesi di Macerata e della parrocchia dell’Immacolata, proprietarie dell’immobile.
Nelle intenzioni del Consiglio pastorale parrocchiale, tuttavia, l’Excelsior non sarà un luogo da vivere semplicemente per le proiezioni di film, ma anche come luogo d’incontro per tutta la comunità.

Don Luigi Taliani

Don Luigi Taliani

«Vogliamo una sala di incontro, di dibattito, di confronto, di una comunità che si raduna insieme e dove si vedono anche i film ma non solo film – spiega don Luigi Taliani, collaboratore della parrocchia dell’Immacolata – un luogo aperto e accogliente in cui sperimentare la bellezza del convenire insieme dentro a molteplici proposte di carattere culturale e spirituale. Un luogo che sarà a disposizione della parrocchia e di tutta la città».
La storia dell’Excelsior comincia il 6 settembre 1952, con l’inizio dei lavori per l’edificazione del cinema. Un’idea partorita una decina d’anni prima dall’allora parroco dell’Immacolata, don Rodrigo Martellini. Nel corso degli anni il cinema ha vissuto cambiamenti e ristrutturazioni, come nel 1973, quando con don Attilio Marinsalti decise l’acquisto di un nuovo proiettore, di un nuovo schermo e di nuove poltrone. Negli anni ’90 arrivano i film proiettati in prima visione, ma con l’inizio del nuovo millennio e l’avvento delle multisala l’Excelsior sperimenta problemi sempre crescenti. La concorrenza e la possibilità di scegliere più titoli per le famiglie e comitive che vanno al cinema, oltre alla facilità di trovare parcheggio, porta gli spettatori al di fuori dei centri cittadini. A Macerata i cinema Corso, Cairoli, Excelsior e Tiffany vanno incontro a difficoltà sempre crescenti, tanto che l’unico cinema rimasto aperto all’interno del centro è l’Italia. Il 7 giugno 2007 la struttura di via Colle

L'ingresso del cinema

L’ingresso del cinema

di Montalto chiude i battenti, per l’impossibilità di sostenere i costi di gestione. Nel 2011 gli spazi dell’Excelsior vengono iniziati, sotto la spinta dell’attuale parroco dell’Immacolata, don Egidio Tittarelli, per iniziative artistiche e culturali: sabato 17, con la riapertura del cinema e la proiezione del primo film in digitale nella storia dell’Excelsior, si scrive una nuova pagina di storia.

 

 

 

 

 

Cinema_excelsior (3)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X