E’ morto l’avvocato Guido Bianchini

MACERATA - Aveva 85 anni, è stato consigliere regionale con la Dc. Lunedì alle 10 i funerali alla chiesa di San Giorgio
- caricamento letture

 

Guido Bianchini

Guido Bianchini

E’ morto a 85 anni l’avvocato maceratese Guido Bianchini, conosciutissimo non solo per la sua attività professionale, ma anche per i trascorsi in politica con la Democrazia Cristiana. Bianchini è stato eletto, nel 1970, consigliere regionale e collaborò all’elaborazione dello statuto della Regione Marche, ove la legge sul personale porta ancora il suo nome. Bianchini, che ha militato nella corrente di centrosinistra del partito, è stato anche consigliere comunale e provinciale, dal 1965 al 1970. In Provincia, con il presidente Pazzaglia, ha ricoperto anche l’incarico di assessore. Come sostenitore di Forlani, si sfilò dal gruppo dei “kennediani” della Dc in seguito all’elezione di Zaccagnini a segretario del partito. Viveva con la moglie – l’avvocatessa Vitaliana Vitaletti, già direttrice generale dell’Inps di Macerata e Venezia e dirigente a Roma, è stata anche candidato sindaco del centrodestra – nella sua casa di via Mozzi, nel cuore del centro storico. Poco distante, in via Crescimbeni, si trova lo storico studio legale la cui attività oggi è portata avanti dalla moglie e dai figli, Margherita e Renato. Il suo nome è legato anche a Cecilia Gasdia, nota cantante lirica, perché patrocinò una causa intentata la Tribunale di Macerata nei confronti di un notissimo critico di un importante giornale italiano. Al centro della vicenda, un presunto eccesso di critica per un’esibizione allo Sferisterio di Macerata. I fotografi immortalarono l’avvocato maceratese insieme al soprano mentre si recavano in tribunale per depositare l’atto di querela. Bianchini è stato presidente della Fondazione “Notaio Augusto Marchesini” per la formazione musicale dal 1990 al 2011, presidente del Club Alpino Italiano di Macerata e del Comitato regionale del Club Alpino Italiano oltre che consigliere di amministrazione dell’Università di Macerata. Aveva anche contribuito alla redazione dello statuto del teatro Sferisterio come teatro di tradizione. Tra le sue passioni anche lo sport: in gioventù praticò l’hockey su prato, giocando con la squadra di Macerata che arrivò al secondo posto nel campionato nazionale. Bianchini da qualche tempo era malato, e si è spento questa mattina nella sua casa a Macerata. I funerali saranno celebrati lunedì alle 10, nella chiesa di San Giorgio.

(Redazione CM)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X