A Tolentino nasce Creaticity,
il primo FabLab delle Marche

I tolentinati Paolo Isabettini, Andrea Mattiacci e Stefano Rita vogliono dare la possibilità a chi ha un'idea di realizzarla
- caricamento letture
CreaticityFabLab_MomentiCreativi-Copia

Paolo Isabettini e Stefano Rita sono i creatori di Creaticity

Un laboratorio digitale dove i sogni diventano progetti e i progetti diventano aziende, manufatti, nuove produzioni. Il primo FabLab delle Marche è stato ideato e creato da Paolo Isabettini (laureato in architettura e designer per il marchio Flirt), Andrea Mattiacci (studente di ingegneria meccanica al Politecnico delle Marche e mano artigianale del gruppo) e Stefano Rita (ingegnere delle telecomunicazioni, con la passione per l’elettronica). Tutti classe 1985. Tutti di Tolentino. Si chiama Creaticity ed è la bottega artigianale del terzo millennio che aprirà i battenti il 9 febbraio 2014, proprio a Tolentino. «Se ti sei mai chiesto dove e come costruire il tuo biplano – si legge nel comunicato stampa di presentazione dell’iniziativa –  la risposta è nei 190 mq di laboratorio a libero uso di tutti gli associati (citizen) e delle loro guide operative (maker). Al suo interno stampanti 3D, plotter, frese a controllo numerico, microcontrollori come Arduino, un set fotografico, uno spazio espositivo, l’area brain-storming, la sartoria, lo spazio per le creazioni artigianali. “Stiamo cercando di creare uno stile di vita, non solo un punto fai da te –  afferma Andrea Mattiacci, co-fondatore del laboratorio – a Creaticity i maker sono le guide operative, i consulenti specializzati, i citizen sono gli utenti, gli abitanti di questa città creativa. Qui a partire da un’idea è possibile realizzare il progetto finito grazie alla tecnologia di ultima generazione, messa a libera disposizione degli utenti”. “Io ho studiato architettura alla Sapienza di Roma, poi ho partecipato ad un progetto dell’Unione Europea a Berlino – spiega Paolo Isabettini, co-fondatore di Creaticity – quando mi chiedono perché sono tornato rispondo che l’ho fatto perché non accetto che non ci siano mezzi per chi ha talento. Voglio poter dare una possibilità anche ad altri giovani designer del mio paese, della mia regione, di questa parte di Italia sconosciuta a molti.” Creaticity FabLab sarà uno spazio di creazione e condivisione per coloro che vogliono produrre i propri progetti con le proprie mani; dove saperi e tecnologia si incontrano e si animano. Una risposta all’appiattimento industriale che frena soprattutto i giovani designer, ma non solo. Il FabLab delle Marche si aggiunge ai già 18 già presenti sul territorio italiano e agli oltre 261 attivi nel mondo nati dalle direttive del CBA (Center for Bits and Atoms), fautore nel 2001 del primo laboratorio digitale al MIT(Massachusetts Institute of Technology).

CreaticityFabLab_AndreaMattiaciAlLavoro-Copia

Andrea Mattiacci a lavoro



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X