Al Trodica basta il rigore di Aquino
Corridonia, sconfitta tra le polemiche

ECCELLENZA - Finisce 1-0 il derby del San Francesco. Mister Da Col se la prende con l'arbitro: "Sono deluso e molto amareggiato. Combattere anche contro queste scelte mi sembra davvero improponibile"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Trodica-Corridonia (1)

Un rigore, molto contestato, trasformato da Aquino decide il confronto fra Trodica e Corridonia. Quando ormai il derby fra le due squadre maceratesi sembrava incanalato sul pari, Oriferi di Fermo ha valutato irregolare l’intervento di Cartechini su Ramadori, scatenando le proteste dei rossoverdi, proseguite a gran voce nel post gara. Il match è stato acceso, vibrante e molto valido sotto il profilo agonistico. Meglio i locali nel primo tempo, più propositivi gli ospiti nella ripresa. Alla fine l’hanno spuntata gli uomini di Morreale, incitati costantemente dai propri tifosi. Per i biancocelesti, il primo successo del 2014 significa agguantare la Biagio al quarto posto e continuare a sognare in grande. I rossoverdi, invece, devono continuare a fare i conti con la zona playout: il punto di vantaggio sulle inseguitrici è un margine esiguo per dormire sonni tranquilli. Per quanto riguarda le formazioni, il Trodica deve rinunciare agli influenzati Recchi e Cento, all’infortunato Castracani e allo squalificato Petruzzelli. L’unica nota lieta è il ritorno in campo di capitan Bartolucci. Il Corridonia, invece, può contare su tutti gli effettivi tranne Zancocchia, stoppato dalla disciplinare. Il primo tempo è sicuramente di marca locale. Dopo dieci minuti sono già cinque i corner battuti, a dimostrazione del fatto che Meschini e compagni vogliono imprimere il loro ritmo alla contesa. La supremazia territoriale produce subito due nitide occasioni con altrettanti protagonisti, ma Paniccià è in giornata di grazia.

Trodica-Corridonia (2)

Il portiere rossoverde neutralizza il diagonale di Ramadori ed è miracoloso sul colpo di testa di Polinesi. Al minuto 29’ è il palo a negare la gioia del gol a Monteneri. Il difensore, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Lucesoli, impatta di testa la sfera che si infrange sul montante. Nella ripresa, il Corridonia esce fuori con il trascorrere dei minuti. Tocca a Bonifazi, il vice Recchi, dire di no con un intervento prodigioso sul colpo di testa di Minella a botta sicura. Dopo la punizione di Ramadori (deviata in angolo da Paniccià), il Corridonia protesta perché Minella viene fermato dal guardalinee mentre si invola, da solo, verso Bonifazi. L’episodio che decide la sfida arriva ad otto minuti dal termine. Aquino difende palla e serve Ramadori in area. L’attaccante cade nel contrasto con Cartechini e per l’arbitro il contatto è degno della massima punizione. Calcia Aquino, Paniccià intuisce ma non può nulla sul destro dell’argentino, che va ad infilarsi all’angolino alto.

MORREALE: “A mio avviso abbiamo ottenuto una vittoria meritata, il loro portiere è stato sicuramente il migliore in campo. Mi è piaciuto l’approccio deciso e la determinazione dei ragazzi nel voler fare la gara. Secondo me, questa è stata la più bella partita che abbiamo disputato da quando sono allenatore del Trodica. Per intensità, grinta, passione, impegno e voglia di portare a casa il successo. Devo ringraziare i nostri tifosi, che ci hanno sempre incitato e che ci sono vicini a prescindere dai risultati. Speriamo di aver lasciato alle spalle il momento difficile: nonostante le assenze abbiamo dato prova di essere un grande gruppo”.

 

DA COL: “E’ stato un match giocato a viso aperto dalle due squadre, nel primo tempo meglio loro, nel secondo siamo venuti fuori molto bene, siamo cresciuti con il passare del tempo e pensavo che l’avremmo portata a casa. Poi è arrivato questo rigore, discutibilissimo, poco dopo che Minella è stato fermato mentre si trovava a tu per tu con il loro portiere. Sono deluso e molto amareggiato. Combattere anche contro queste scelte mi sembra davvero improponibile. Noi cerchiamo sempre di fare bene, di dare il massimo e di offrire la miglior prestazione possibile, ma lottare contro decisioni di questo genere, e non è la prima volta che ci succede durante questo campionato, è davvero difficile”.

Trodica-Corridonia (4)

il tabellino:

TRODICA (4-4-2): Bonifazi; Iommi, Meschini, Monteneri, Polinesi; Tartabini (42’s.t. Fabrizi), Ciucci, Lucesoli, Ramadori; Aquino (40’s.t. Marcaccio), Bartolucci. A disp. Basso, Gagliardini, Leaua, Fontana, Panico. All. Morreale
CORRIDONIA (3-4-1-2): Paniccià; Pierluigi, Sensi, Silvestri; Fusari (26’s.t. Verdecchia), Giordano, Cartechini (40’s.t. Mariucci), Viti; Mariani, Iazzetta (19’s.t. Taglioni); Minella. A disp.: Lulani, Rossi, Marinsalda, Severini. All. Da Col.
ARBITRO:  Paolo Oriferi di Fermo
ASSISTENTI: Alessandro Quinzi di Fermo – Daniele Busilacchi di Ancona
RETI: 37’s.t. Aquino (Rig.)
NOTE: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Lucesoli, Aquino, Bartolucci, Ciucci, Silvestri, Fusari, Viti.

Foto gentilmente concesse da Novafoto Corridonia

Trodica-Corridonia (6) Trodica-Corridonia (7) Trodica-Corridonia (8) Trodica-Corridonia (9) Trodica-Corridonia (10) Trodica-Corridonia (11) Trodica-Corridonia (12) Trodica-Corridonia (13) Trodica-Corridonia (14) Trodica-Corridonia (15) Trodica-Corridonia (16) Trodica-Corridonia (17) Trodica-Corridonia (18) Trodica-Corridonia (19) Trodica-Corridonia (20) Trodica-Corridonia (21)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X