No al Cavalcavia: “Siamo preoccupati, ma fiduciosi in Corvatta”

CIVITANOVA - L'associazione replica al M5S: "Siamo stati i primi a definire l'iter ambiguo, ultimamente pare d'obbligo criticare il sindaco. Noi non lo facciamo ma non siamo meno vicini alle esigenze della città"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Cristiana Cecchetti

Cristiana Cecchetti

L’associazione “No al cavalcavia” risponde all’appello del M5s (leggi l’articolo), che nel denunciare come nessun documento ufficiale sia stato prodotto per scongiurare la realizzazione del viadotto, aveva chiamato in causa anche l’associazione che da sempre si batte per evitare la costruzione dell’infrastruttura prevista all’interno del progetto della Quadrilatero. “Leggiamo delle preoccupazioni del Movimento 5 Stelle per l’iter, che noi abbiamo fin dall’inizio definito ambiguo – spiega Cristiana Cecchetti – ho detto in sette comunicati , rispondendo a molti, sia gruppi politici sia comuni cittadini, a nome dell ‘ associazione, che fin da quando abbiamo avuto notizia dell’incontro tra l’amministrazione e la società Quadrilatero ci siamo attivati per avere contezza degli accordi che si stavano predisponendo.

Quello che è certo, oggi come oggi, è che sebbene non esista un atto ufficiale da parte dell’amministrazione di ricusazione in toto del progetto, è stata più volte ribadita la volontà di non procedere alla realizzazione del cavalcavia. Ma siccome sappiamo che verba volant ,scripta manent, abbiamo sollecitato un incontro con il sindaco per manifestargli le nostre preoccupazioni e la pericolosità di un’approvazione dell’opera per intero(viadotto più rotonda) per poi procedere con gli stralci che escluderebbero il viadotto stesso. Pericoloso sia per la tortuosità del percorso,nel caso che questa amministrazione cada ci troviamo con l ‘approvazione sul gobbo, sia perché non gode della nostra fiducia la Quadrilatero,società nota per aver spesso messo in scacco diverse amministrazioni e aver scempiato i territori nei quali operava. Spero sia chiaro a tutti che sappiamo come stanno le cose e non siamo tranquilli ,come veniamo accusati di essere. D’altro canto la passata amministrazione ha lasciato in eredità una serie di impegni presi con la Quadrilatero, di contratti, di appalti,per il completamento dell’asse viario tra superstrada e la statale dai quali è veramente arduo uscire. Pertanto , quando ieri abbiamo incontrato il sindaco, abbiamo parlato di tutti i dubbi e le perplessità sulla vicenda. Abbiamo riscontrato da parte sua la più totale disponibilità a trovare con noi cittadini una soluzione concordata,mettendo insieme anche le nostre competenze ed idee. Per poter procedere con cognizione di causa ci ha messo a disposizione i carteggi intercorsi fra comune e Quadrilatero nella più totale trasparenza. Stiamo provvedendo a valutare la situazione con l’aiuto legale e tecnico di figure competenti e di nostra fiducia per poi condividerla con la città e l’amministrazione,per arrivare alla miglior soluzione possibile come è sempre stato il nostro obbiettivo.Chi ci conosce come associazione sa quanto impegno e dedizione abbiamo messo in questa battaglia per una corretta urbanizzazione della città e per arrivare ad una partecipazione dei cittadini alle decisioni più importanti. Vorrei però sottolineare con forza, la fiducia che tutti noi dell’associazione continuiamo a riporre nella figura del Sindaco dal quale non ci sentiamo traditi nelle promesse fatteci e che consideriamo, in merito alla vicenda , in totale buona fede e con un grande spirito di collaborazione. Non so se in questo periodo è d’obbligo criticare Corvatta, noi non lo facciamo e non ci sentiamo per questo meno vicini alle esigenze profonde della città”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X