Calcio a 5, Cus Macerata senza problemi anche a Montelupone

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tommaso Bacosi, allenatore del Cus Macerata

Tommaso Bacosi, allenatore del Cus Macerata

Il Cus Macerata vola verso la conquista del campionato all’insegna del “two is megl che one”. Infatti, nella trasferta di Montelupone i maceratesi si impongono per 3-1 trascinati da due protagonisti assoluti: Rastelli e Marè. Il bomber di Morrovalle fiuta aria di casa così, tenendoci a fare bella figura, regala una prestazione in stile Michael Jordan al Madison di New York, facendo un paragone con il basket. Bastano 5’ per vedere il numero 11 cussino andarsene uno contro uno e concludere di destro. Ricci para in angolo, ma sugli sviluppi la palla finisce a centro area dove Rastelli, con una rotazione da pivot consumato, firma l’1-0. Il Rastelli abulico e spaesato della gara d’andata è ormai un ricordo ben lontano. Stavolta il pivot cussino dà l’impressione di poter far male ad ogni affondo, e in più dà il suo importante contributo anche in difesa. Montelupone prova a reagire sfruttando gli spazi che non mancano di aprirsi nella difesa ospite, ma senza creare occasioni clamorose, perdendosi sul più bello. Il Cus, agendo di rimessa, sfiora almeno in un paio di circostanze il raddoppio, soprattutto con Gabellieri che tutto solo a porta spalancata centra l’incrocio dei pali, sugli sviluppi di una gran ripartenza di Pizzicotti. Ma nessun problema, ci pensa Rastelli sul finale di tempo a firmare il raddoppio, su azione analoga al primo gol. Prima dell’intervallo, intanto, Marè riscalda i motori per quel che sarà il secondo tempo con un’uscita provvidenziale sui piedi di Gambini. In avvio di ripresa non passa neanche un minuto che Rastelli fa subito tris. E pochi istanti dopo sfiora il possibile poker con un tiro di poco a lato. Da qui in poi la partita cambia. Montelupone ha un sussulto d’orgoglio, si alza in pressing e schiaccia un Cus a corto di uomini (out Petetta, Venturini e Maccioni, oltre a Bettucci) e quindi anche di energie. Ma chi è ancora fresco è Marè, e si vede. Inizia una battaglia tra i padroni di casa e il portiere maceratese che si dimostra una volta di più all’altezza dell’appellativo attribuitogli di “muro umano”. Davvero fuori dalla consuetudine almeno un paio di interventi. L’unico guizzo vincente, per Montelupone, lo trova Torresi al termine di un’azione confusa in area cussina, con Marè che vede solo all’ultimo la palla sbucare da una selva di gambe. Nei minuti finali il Cus soffre tantissimo, ma la diga regge fino al termine. Ora il campionato si ferma per le festività pasquali. Alla ripresa, venerdì 5 alle 21. 30, il Cus ospiterà l’Helvia Recina Recanati nella partita in cui la conquista dei 3 punti avrebbe il dolce sapore della C1.

MARCATORI: Rastelli (C), Rastelli (C); Rastelli (C), Torresi (M).

MONTELUPONE: Ricci, Ramazzotti, Giosuè, Zaboti, Pecora, Colotto, Torresi, Gambini, Canuti, Fazzini. All.: Giosuè.

CUS MACERATA: Scopigno, Machella, Gabellieri, Reale, Carpineti, Pizzicotti, Bacosi, Cicarilli, Rastelli, Marè, Martone, Dezi. All.: Bacosi-Zampolini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X