Lube-Trento, Zaytsev
presenta la sfida infinita
“Partita decisiva per il primo posto finale”

VOLLEY - Lo schiacciatore biancorosso: "Giocare in un Fontescodella gremito sarà bellissimo, noi vogliamo difendere la vetta". Appuntamento per domenica alle 17,30
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Lo schiacciatore della Lube Ivan Zaytsev

Lo schiacciatore della Lube Ivan Zaytsev

Domenica alle 17.30 il Palasport Fontescodella alzerà il sipario sull’attesissima super sfida di campionato tra Lube e Trento, uno scontro fra titani che nell’occasione mette in palio una bella fetta di quello che potrebbe essere il primo posto finale nella classifica della Regular Season, con quattro sole giornate ancora da giocare successivamente. Al momento sulla poltrona più alta della graduatoria siedono i biancorossi campioni d’Italia, che vantano comunque un solo punto di vantaggio proprio nei confronti dell’Itas. Sono insomma come sempre tanti i motivi di interesse del confronto, già il quarto stagionale, che si rinnova a distanza di poco più di un mese dalla finale di coppa Italia andata in scena a Milano. Una sfida desiderata da tante migliaia di tifosi biancorossi sparse in tutta l’Italia, ma che purtroppo potrà essere solo per pochi, perché il piccolo Palasport Fontescodella proprio non ce la fa ad accoglierli tutti. I biglietti disponibili sono andati tutti esauriti già dieci giorni fa, in solo mezz’ora: si raccomanda dunque chi non si è già assicurato il tagliando di ingresso di non recarsi al palasport, in quanto il botteghino resterà chiuso. La squadra di Alberto Giuliani, reduce da due vittorie consecutive per 3-0 tra campionato (a Perugia) e Champions League (andata dei Playoffs 6 con Cuneo), come avvenuto nelle ultime occasioni scenderà in campo con il roster orfano del solo Jiri Kovar, ancora alle prese con la riabilitazione dall’infortunio al ginocchio. I biancorossi, che oggi svolgeranno una doppia seduta di lavoro, si alleneranno al Fontescodella anche domani mattina.

PARLA IVAN ZAYTSEV – “Domenica con Trento – dice il bomber dei campioni d’Italia – andrà in scena un altro importante capitolo di questa “saga” che probabilmente ci accompagnerà fino alla fine della stagione con altri match dalla posta in palio altissima. Sarà di certo un’altra sfida equilibrata, in cui la differenza in favore di quello che sarà il vincitore verrà determinata dai dettagli e quindi, secondo me, dalla testa dei giocatori, perché entrambe le squadre sono consapevoli della propria forza e conterà tanto riuscire ad approcciare bene la gara. Speriamo che a riuscirci nel migliore dei modi sarà la Lube, dato che Trento viene da un periodo non del tutto positivo, nel quale ha incassato un paio di sconfitte importanti, mentre noi siamo molto carichi per aver acciuffato il primato solitario e vinto l’andata della doppia sfida di Champions League con Cuneo. Secondo me la partita di domenica sarà decisiva per il primo posto finale, nonostante manchino ancora diverse giornate alla fine della Regular Season, perché si tratta indiscutibilmente dello scontro diretto tra le due maggiori candidate a raggiungere questo traguardo. Spettacolo assicurato in campo, insomma, ma anche sugli spalti visto che il tutto esaurito si è registrato già molti giorni fa. Quando scendiamo in campo siamo naturalmente concentrati sulla partita, ma non puoi non accorgerti del magnifico pubblico che hai intorno: i nostri tifosi sono stati strepitosi mercoledì sera nella partita di Champions League, e sarà bellissimo giocare anche domenica prossima in un’atmosfera del genere”.

GLI ARBITRI – Cucine Lube Banca Marche – Itas Diatec Trentino, gara valida per la 7ª giornata di ritorno della Regular Season, sarà arbitrata da Roberto Boris di Vigevano (PV) e Nico Castagna di Bari.

IN REGULAR SEASON UNA CORSA A DUE CHE SI RIPETE – Nelle ultime cinque stagioni Trento ha chiuso per ben quattro volte la Regular Season al primo posto, anche in quella passata in cui la Cucine Lube Banca Marche chiuse seconda, ma distanziata di ben 14 punti. Macerata è stata comunque l’unica ad aver spezzato anche in questo senso il dominio della squadra di Stoytchev: è successo nella stagione 2008/2009, quando a vincere la Regular Season furono i cucinieri, con un punto di vantaggio sui trentini guadagnato nell’ultima giornata disputata.

MACERATA-TRENTO, SFIDA INFINITA – Quello odierno è il primo confronto in assoluto tra Cucine Lube Banca Marche e Itas Diatec Trentino nel 2013, ma il quarto stagionale: le due formazioni, negli ultimi tempi regine indiscusse del volley italiano, si sono infatti già affrontate nelle finali Supercoppa Italiana (30 settembre) e coppa Italia (30 dicembre), oltre che nell’andata della Regular Season. Il bilancio, evidenziando come due di queste tre gare si sono concluse al tie break, è di due vittorie a uno per i trentini. Il dato più eclatante riguarda però l’anno solare 2012, nel quale Macerata e Trento si sono affrontate addirittura otto volte, in quattro diverse competizioni: due in Regular Season (vinte dai trentini), due in finale di coppa Italia (le ha vinte entrambe l’Itas), una in finale scudetto (vittoria dei maceratesi), una in Supercoppa (vittoria Lube), e due nei quarti di finale della CEV Volleyball Champions League (una vittoria ciascuno, Trento passò il turno al Golden set).

PRECEDENTI TOTALI: 39 (16 successi Macerata, 23 successi Trento).

EX: Cristian Savani a Trento dal 2004 al 2006, Giacomo Sintini a Macerata dal 2005 al 2007.

A CACCIA DI RECORD – In Regular Season: Alen Pajenk – 2 muri vincenti ai 100 (Cucine Lube Banca Marche Macerata); Osmany Juantorena – 1 battuta vincente alle 200 (Itas Diatec Trentino). In Campionato: Dragan Stankovic – 2 muri vincenti ai 200 (Cucine Lube Banca Marche Macerata); Mitar Djuric – 4 muri vincenti ai 100, Osmany Juantorena – 7 punti ai 1500, Jan Stokr – 2 battute vincenti alle 300 (Itas Diatec Trentino). In Campionato e Coppa Italia: Simone Parodi – 4 muri vincenti ai 200 (Cucine Lube Banca Marche Macerata).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X