Basket, Matelica batte Tolentino e si conferma seconda forza del torneo

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

basket_matelica_tolentinoL’Halley Matelica si conferma seconda forza del campionato, ma onore al merito per una squadra, Tolentino, priva di elementi chiave come Pelliccioni e Lancioni, eppure capace di costringere Matelica ad un finale punto a punto. La squadra di Sonaglia parte nel migliore dei modi, con un 11-3, frutto di oculatezza in attacco e attenzione in difesa. Tolentino fatica a capire con quali armi potrà dar fastidio alla seconda in classifica. Armi che sarà proprio Matelica a fornire, con una serie di incredibili leggerezze che fanno infuriare il coach e consentono a Tolentino di avvicinarsi prima e di sorpassare poi. L’ex Pellacchia vuol rendere la vita difficile ai vecchi compagni (16 punti nei primi ’20 minuti) e trova un eccellente complice in Paoletti: il numero 13 punge da sotto, da fuori, segna da 3 con l’uomo addosso e sembra davvero immarcabile (11 punti nel solo primo periodo, 23 in totale). La Vigor riprende a segnare con Pecchia e poi con Sorci, che mette due bombe, una chiude il primo quarto (19 – 25) e l’altra riapre il successivo. Ma il pallino è ancora degli ospiti che con Paoletti siglano il +8 (24-32). E’ abbastanza per Usberti, che segna 7 punti di fila e ridà slancio ai suoi, aiutato da un positivo Porcarelli, purtroppo limitato dai falli (suo il compito di tenere e contenere Pellacchia). L’intervallo dice 37-42 per gli ospiti, ma quest’Halley un po’ pasticciona è ancora pienamente in pratita. Il terzo quarto Agnesi fa riposare il suo play ma senza di lui per l’attacco è notte fonda. Ne approfitta Matelica per pareggiare (con Quercia su assist con contagiri di Pecchia) e sorpassare (con Usberti). E sono proprio i due, in questa fase, a mettere fieno in cascina per l’Halley, con 17 dei 21 punti totali del quarto. Ci si presenta all’ultimo quarto sul 58-56 e con una tensione palpabile, dovuta anche ad un arbitraggio che, tra errori marchiani e palesi compensazioni, ottiene di scontentare tutti. Matelica sembra poter scappar via (68-62) grazie ad un buon momento di Rosei e Porcarelli, ma Saviano e Paoletti non ci stanno e tengono viva Tolentino. E’ una buona Vigor ora, che riesce a far girare il pallone e giocare di squadra, grazie anche alla mossa di Sonaglia di tenere in campo insieme i due play Porcarelli e Pecchia. Il gioco fondamentale lo sigla Quercia (sicuramente una delle sue partite migliori), che arpiona un rimbalzo d’attacco e mette i due punti del 72 – 68. Rosei ci mette del suo con un canestro da…lagunare: la mamma di Peterson può buttare la pasta, anche perché il tentativo del fallo sistematico viene prontamente mortificato dalla precisione ai liberi di Pecchia. Allo show di due persone l’Halley ha risposto con 5 uomini in doppia cifra, segno di un attacco che sa girare e creare molte opportunità. La Vigor si riprende il secondo posto in solitaria e si rammarica del fatto che, senza la surreale sconfitta di Spoleto, visti i risultati delle concorrenti, vedrebbe la vetta da sola!

Halley Matelica – Nuova Simonelli Tolentino: 76 – 68
Tabellini

MATELICA: Porcarelli 10, Sorci 12, Boni n.e., Bracchetti A., Gatti , Quercia 24, Agabiti Rosei 4, Pecchia 10, Usberti 16. All.re Sonaglia.
TOLENTINO: Samarzic, 2, Pellacchia 21, Francesconi 4, Bass, Scalzini n.e., Paoletti 23, Capponi n.e., Saviano 11, Porfiri 3, Reggio 4. All.re Agnani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X