Matelica, la prima volta di mister Carucci

ECCELLENZA - Ad Urbinelli l'esordio del neo tecnico biancorosso che dovrà fare a meno di Severini, Spitoni e Silvestrini
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Fabio Carucci

Fabio Carucci

di Sara Santacchi

L’incarico del nuovo allenatore del Matelica, Fabio Carucci, inzia subito con un impegno importante: la trasferta contro l’A.R.Urbinelli. Una partita non semplice con “una squadra che sa giocare a calcio, come ha dimostrato, e formata da ottimi elementi – commenta subito il nuovo tecnico – E’ una squadra da prendere con grande serietà in un periodo molto positivo che dovremo affrontare con la massima concentrazione” L’imperativo, dunque, sembra proprio dimenticare il risultato dell’andata (in cui il Matelica si impose per 4-0). “Assolutamente si. La cosa più importante è proprio questa. Dobbiamo ripartire pensando da qui in avanti, senza guardare a quanto già fatto o dare nulla per scontato”. La mentalità, dunque, è sempre la stessa. “Sicuramente. Il mio intento è quello di continuare a pensare partita per partita, affrontando ogni incontro con la massima concentrazione, ma soprattutto con il massimo entusiasmo”. Mister Carucci, fino a qualche giorno fa allenatore in seconda, affiancato all’ormai ex tecnico Spuri Forotti, rimane, comunque con i piedi ben saldi per terra. “Entro in gioco con la massima umiltà – continua – consapevole del fatto che mancano ancora 12 partite in cui dovremo lottare dall’inizio alla fine. Conosco la squadra e i giocatori, lavoriamo insieme da sette mesi e sicuramente non è mia intenzione stravolgere tutto, anzi. Ciò che dobbiamo fare – continua il nuovo tecnico matelicese – è ripartire subito e bene”. Un allenatore giovane, originario di Matelica, classe ’74, lo scorso anno sulla panchina della Juniores del Matelica, nel quale la società ripone tutta la sua fiducia. “Non nascondo che mi è dispiaciuto per Nicola (Spuri Forotti ndr) una persona umilissima che mi ha lasciato grandissima libertà in questi mesi. Io non credo di dover scoprire o inventarmi nulla di nuovo – afferma– il mio intento è prima di tutto quello di tenere ben unito il gruppo. Alla squadra chiedo e ho chiesto solo di rimanere sempre concentrati e di scendere in campo con la voglia di giocare a calcio affrontando ogni incontro col piglio giusto”. Per la trasferta di domenica non saranno a disposizione dell’allenatore Carucci il difensore Severini, che dovrà scontare due giornate, il portiere Spitoni, fuori per una, nonchè il difensore Silvestrini ancora infortunato, anche se in ripresa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X