10mila euro di oggetti rubati trovati in una casa

PORTO RECANATI - Un sudamericano residente a Filottrano è stato denunciato. La perquisizione domiciliare dei carabinieri è scattata per un cellulare
- caricamento letture
La refurtiva ritrovata

La refurtiva ritrovata

Il furto di un telefono cellulare è stato pari alla goccia che fa traboccare il vaso per un sud americano residente a Filottrano. L’uomo, infatti, aveva rubato il telefono ad una donna di Porto Recanati e il colpo ha mosso le indagini dei Carabinieri, coordinati dalla Procura di Macerata che ha disposto una perquisizione domiciliare a carico dell’uomo. I Carabinieri della Stazione di Porto Recanati hanno minuziosamente perquisito la casa alla ricerca del telefono ma hanno invece trovato la refurtiva di diversi colpi per un valore complessivo di circa 10 mila euro.

Nel bottino dei furti vi erano computer, foto camere digitali, navigatori satellitari, telefoni cellulari ed occhiali da sole. Di alcune apparecchiature elettroniche sono state già ipotizzati le “proprietà” ma di altri oggetti (ritratti nella foto), si attendono i riscontri degli aventi diritto. Per l’uomo, già indagato per il furto del cellulare, è arrivata così una ulteriore denuncia per ricettazione. Gli oggetti di elettronica non ancora riconosciuti, eventualmente individuati in foto, possono essere visionati nella Stazione dei Carabinieri di Porto Recanati, in Viale Europa; informazioni sugli oggetti possono essere richieste ai carabinieri anche telefonicamente allo 0719799013, operativo dalle 8 alle 22, od allo 0733825300 della centrale operativa della Compagnia di Civitanova Marche, operativa 24 ore al giorno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =