I dati dell’annuario economico delle Marche

Nella graduatoria per utile netto, prima Banca delle Marche Spa, al decimo posto la Rainbow Spa. In generale scende la redditività
- caricamento letture
Giovanni-Giorgetti

Giovanni Giorgetti

 

”I dati sull’economia della regione Marche evidenziano nel triennio 2009-2011 un trend ancora incerto, seppur leggermente migliore rispetto alle altre regioni del Centro Italia (Umbria, Toscana e Lazio)”. E’ quanto sottolinea Giovanni Giorgetti, presidente del Centro Studi Economico e Finanziario ESG89, con sede in Umbria, editore degli Annuari Economici d’Italia che ogni anno analizza le performance delle aziende italiane. In particolare l’Annuario Economico delle Marche 2013-2014 quest’anno ha anticipato l’uscita di 7 mesi rispetto alla tradizionale pubblicazione primaverile, per andare incontro alle crescenti necessità di conoscenza immediata dell’andamento economico soprattutto da parte dei players internazionali a cui il gruppo editoriale rivolge particolare attenzione. ”Analizzando i bilanci 2011 delle top 300 imprese operanti nel territorio marchigiano nei rispettivi settori di appartenenza – spiega Giorgetti – il 20% di esse chiude il bilancio 2011 in perdita comprendendo anche alcuni dei nomi noti che hanno fatto grande in passato le Marche nel mondo. Il 56% delle società contrae la redditività; in valore assoluto si è passati dai 553 milioni del 2010 ai 335 milioni del 2011”.

studiPer quanto riguarda la classifica, come emerge dai dati di ESG89, al primo posto per fatturato si colloca Indesit Company Spa con 2.825.500.000 euro (nel 2010 – 2.879.200.000), seguita da Ariston Thermo Spa con 1.287.996.000 euro (nel 2010 -1.206.422.000) e al terzo posto Tod’s Spa con 692.536.000 euro (nel 2010 – 598.782.000). A seguire le altre top companies, da Banca delle Marche Spa con un 603.442.000 euro a Conad Adriatico (Coop) 589.906.588 euro, inoltre Magazzini Gabrielli Spa con 557.929.239 euro, Biesse Spa con 388.530.000 euro, Eden Srl con 363.731.470 euro, Banca Popolare di Ancona Spa con 346.101.000 euro e, alla decima posizione, Elica Spa con 305.446.000 euro. Elica Spa e Biesse Spa sono, fra le top 10, le due sole compagini che chiudono il 2011 in ”rosso’. Nella graduatoria per utile netto, spicca Banca delle Marche Spa con 135.068.000 euro, in crescita rispetto lo scorso anno quando aveva registrato 92.988.000 euro, seguita da Tod’s SPA con 121.637.000 euro e da Indesit Company Spa con 58.800.000 euro. A seguire, dalla quarta posizione, Ariston Thermo Spa con 45.115.000 euro, Api Energia Spa con 38.737.000 euro e Bag Spa (Nerogiardini) con 12.299.000 euro. Ed ancora Mts Overseas Srl di Fabriano con 11.921.197 euro seguita da Benelli Armi Spa con 10.425.489 euro, da Multiservizi Spa di Ancona con 9.981.000 euro e in decima posizione da Rainbow Spa con 8.271.000 euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X