Sequestrati dalla Guardia di Finanza
oltre due quintali di alimentari scaduti

CIVITANOVA - Il titolare della ditta, un cinese di 47 anni, è stato segnalato all'Asur per i provvedimenti e le sanzioni di competenza
- caricamento letture

 

sequestro-finanza-0I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Macerata hanno sequestrato oltre 200 kg di prodotti alimentari, scaduti in alcuni casi dal 2011, detenuti per la vendita da un dettagliante di origine cinese operante nella zona di Civitanova Marche. I prodotti erano già confezionati ed esposti per la vendita. Si tratta di soia fresca, formaggio fresco, salamini, pere trattate, carote sottovuoto, semi vari, arachidi e semi, farina di arachidi, semi di girasole e prugne secche, pesce congelato e carne di maiale congelata. In particolare carne e pesce erano detenuti all’interno di buste di plastica bianche “anonime”, ossia senza la minima indicazione in ordine a provenienza, ingredienti, data confezionamento e data scadenza.

L’intervento, effettuato con iniziali intenti di polizia economica e finanziaria, finalizzato al riscontro del rispetto delle norme fissate in materia di sicurezza prodotti e tutela del made in Italy, si è dopo poco, trasformato in un significativo controllo a tutela della salute pubblica. Dopo i primi riscontri sulla documentazione dell’attività, i finanzieri hanno controllato la merce posta in vendita, riscontrando evidenti carenze per ciò che riguarda le indicazioni di scadenza che, per legge, devono accompagnare i prodotti posti in vendita: in particolare, sono stati rinvenuti cibi e alimenti preconfezionati con la data di scadenza trascorsa, in alcuni casi, da oltre un anno.

sequestro-finanza-1-168x300I generi alimentari posti in vendita in epoca successiva alla data di scadenza possono costituire un grave pericolo per la salute del consumatore a causa della proliferazione batterica. Per legge è vietata la vendita dei prodotti che riportano la data di scadenza a partire dal giorno successivo a quello indicato sulla confezione.

Verificate le violazioni riscontrate, è scattato l’immediato sequestro per oltre 200 chili di cibi e alimenti detenuti per la vendita nel negozio, mentre il titolare della ditta, un cinese di 47 anni, è stato segnalato all’Asur per i provvedimenti e le sanzioni di competenza.

Dai primi accertamenti la merce era venduta ai negozi asiatici al dettaglio presenti su tutto il territorio provinciale.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X