A Fabrizio Castori il premio “Giovanni Compagnucci”

L’associazione Attività Produttive e l’Amministrazione comunale di San Severino Marche, insieme al settore giovanile della Figc, hanno reso omaggio al tecnico del Varese, consegnandogli il riconoscimento dedicato a chi si dedica, con impegno, alla valorizzazione dei vivai e propone, insegna e persegue, valori educativi, sociali e culturali nei ragazzi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Regina1-300x225Un premio speciale anzitutto ad un uomo e poi ad un asso dello sport. L’associazione Attività Produttive e l’Amministrazione comunale di San Severino Marche, insieme al settore giovanile della Figc, hanno reso omaggio a Fabrizio Castori, settempedano, ex allenatore dell’Ascoli Calcio oggi alla guida del Varese, consegnandogli il premio “Giovanni Compagnucci”, riconoscimento dedicato a chi si dedica, con impegno, alla valorizzazione dei vivai e propone, insegna e persegue, valori educativi, sociali e culturali nei ragazzi. La cerimonia si è svolta nella sala del Consiglio del Municipio settempedano alla presenza, fra gli altri, del sindaco, Cesare Martini, dell’assessore comunale allo Sport, Gianpiero Pelagalli, di quello alle Manutenzioni, Giampaolo Muzio, della presidente della Commissione consiliare Cultura, Romina Cherubini, dei familiari di Giovanni Compagnucci, del presidente dell’associazione Attività Produttive, Renzo Leonori, dell’ideatore del premio e della manifestazione “La Regina del calcio giovanile”, Gabriele Cipolletta. La premiazione, che si starebbe dovuta tenere in occasione della recente mostra mercato delle Attività Produttive, era stata rinviata a causa degli impegni di mister Castori. Per la consegna del riconoscimento alla festa in suo onore sono intervenuti gli amici più cari insieme all’anziana mamma Marianna, la moglie Paola e la figlia Silvia.

Regina3-300x225“Per me – ha ricordato Castori emozionatissimo al quale sono comparse le lacrime agli occhi per la gioia quando in sala si è presentato anche il nipote Luca – Giovanni Compagnucci è stato un maestro di vita per la sua serietà e perché mi ha formato e dato dei valori. Spero di portare il nome di San Severino ancora più in alto, ci tengo molto – ha ancora detto il mister settempedano, che ha concluso – Non ho mai cercato scorciatoie nella vita, mi sono sempre affidato al campo. Sono un libero professionista orgoglioso di andare avanti per la mia strada con il mio modo di fare ed il mio modo di essere”.

Partito dalla seconda categoria mister Castori, che è cittadino onorario di San Severino Marche, ha raggiunto la serie B  e spera presto si sedere su di una panchina della massima serie.

“Questa cerimonia – ha ricordato il sindaco Cesare Martini portando il proprio saluto – è la dimostrazione del bene che San Severino vuole a Fabrizio, una persona molto concreta, con i piedi per terra. Sono convinto che tutti i cittadini di San Severino vorrebbero fare il tifo per lui in tutte le partite che lo vedono protagonista”.

Regina4-300x225La cerimonia si è svolta fra gli applausi delle delegazioni delle giovanili della Settempeda Calcio e del Tolentino Calcio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X