Melchiorri, che poker!
Maceratese a valanga sul Città di Marino

SERIE D - I biancorossi travolgono 5-2 i laziali e si confermano da soli in vetta. In gol anche Romanski, espulso Mirante tra gli ospiti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Federico-Melchiorri1-258x300

Il bomber della Maceratese Federico Melchiorri

di Filippo Ciccarelli

E’ quasi superfluo dissertare su un 5-2, maturato peraltro da capolista contro l’ultima forza del campionato: eppure alla fine del primo tempo il risultato non era così acquisito per la Maceratese, avanti di un gol (e di un uomo), ma che nel primo quarto d’ora ha sofferto la pressione del Marino – gli ospiti, solo nella prima frazione, hanno battuto 11 calci d’angolo – venendo recuperata dopo appena 40 secondi dall’inizio della ripresa.

Ma la compagine laziale non aveva, al pari delle altre avversarie del girone, quella forza della natura che si chiama Federico Melchiorri. L’attaccante biancorosso ha stregato l’Helvia Recina, ha preso per mano la sua Maceratese ed ha siglato 4 reti, prima di essere richiamato in panchina (forse per pudore dell’avversario) da mister Di Fabio. Nel calcio si parla spesso di vittorie e sconfitte del gruppo; tutto giusto, anche nel match di oggi c’è chi ha girato meglio e chi ha girato peggio, ma una prestazione così la Maceratese l’aspettava: dopo essersi sbloccato a Celano, Melchiorri era atteso dal suo pubblico, che lo aveva così tanto acclamato dopo la firma in biancorosso, era atteso dalla società che ha fatto sforzi importanti per averlo, bruciando la concorrenza, e dai suoi compagni, per i quali si era sacrificato nelle prime partite, senza trovare però la rete.

Questa volta, dal punto di vista dell’intensità, la Maceratese non è calata mai: a Celano, dopo il vantaggio dei primi 45 minuti, l’undici biancorosso è rientrato in campo appagato, senza la giusta concentrazione. Contro il Marino, invece, la Maceratese ha lottato fino al 90′, segnando con Romanski la quinta rete che consegna agli annali un successo rotondo e convincente, una data da ricordare per la storia della Maceratese in serie D. I gol potevano anche essere di più (Negro ha sprecato un’occasione clamorosa nel primo tempo, ad Eclizietta è stata annullata per fuorigioco una rete apparsa regolare), un dato confortante dopo i primi 15′ in cui il Marino ha fatto la voce grossa, schiacciando la Maceratese e cogliendo anche una traversa. La gara poi si è messa in discesa, dopo il secondo sigillo stagionale di Melchiorri e la successiva espulsione di Mirante, su segnalazione del primo assistente dell’arbitro. Il Marino ha creato molto nella prima frazione, ma ha pagato gli evidenti limiti tecnici in fase di finalizzazione, e l’imprecisione dei suoi interpreti in mezzo al campo.

Federico-Melchiorri

Federico Melchiorri

Tanto spettacolo e tante reti, dunque, in una partita che è sembrata simile alla vittoria della Juventus sulla Roma, per il mondo in cui i biancorossi hanno giocato: verticalizzazioni veloci e palle a tagliare la difesa avversaria, spesso e volentieri impreparata e presa d’infilata dalle punte biancorosse. A voler trovare il pelo nell’uovo, l’unico neo potrebbe essere rappresentato dalla scarsa forma sotto porta di Negro ed Orta, che pure hanno avuto le loro occasioni per sbloccarsi; l’eccellente prestazione complessiva, comunque, fa sognare i tanti tifosi che già hanno organizzato due pullman per seguire la squadra nella probante trasferta di Termoli, sconfitta di misura (e dopo averle rifilato 3 gol) dall’Ancona che segue a un punto di distanza proprio la Maceratese.

***

Il tabellino

MACERATESE: Marani 6.5, Castracani 6 (22’st Bucci 6), Russo 6.5, Arcolai 7, Biancucci 6, Capparuccia 7, Romanski 6.5, Carboni 6, Melchiorri 10 (30’st Orta sv), Negro 6, Eclizietta 7 (22’st Donzelli 6.5). A disposizione: Calvaresi, Ciabattoni, Filiaggi, Troli. All. Di Fabio

CITTA’ DI MARINO: Coletti 4.5, Fiorini 4, Mirante 4, Noviello 5, Simboli 5.5, Rivera 4, Gigliotti 5.5 (1’st Terracciano 6), Loreti 5 (24’st Scarlato C. 6.5), Colombo 4.5, Capolei 6, Quadrini 7 (11’st Pirro 5.5). A disposizione: Cimmino, Ciaramelletti, Schiera, Laghigna. All. Scarlato G.

Arbitro: Guida di Salerno

Marcatori: Melchiorri al 17’pt, 11’st, 18’st e 26’st, Romanski al 44’st (M), Quadrini al 1’st, C. Scarlato al 48’st.

Note: Spettatori 1000 circa. Calci d’angolo 7-12. Ammoniti Simboli, Carboni e Romanski, Espulso Mirante. Recupero 3’+4′.

***

La cronaca live

49′ – Dopo quattro minuti e mezzo di recupero finisce Maceratese-Marino. I biancorossi regalano al proprio pubblico una prestazione memorabile, Melchiorri ovviamente uomo partita, bene Capparuccia, Arcolai, sugli scudi Eclizietta. E’ tornato in campo anche Donzelli, mostrando una buona condizione fisica.

48′ – Gol!!! Christian Scarlato rende un po’ meno amaro il pomeriggio del Marino, sgusciando dopo un’azione imbastita dal suo compagno Terracciano! Maceratese 5-2 Marino.

44′ – Gol!!! Favolosa rete di Romanski, che si toglie la soddisfazione di segnare dopo essere stato atterrato da un avversario (contatto non fischiato), aver recuperato la posizione, il pallone, dribblato Terracciano e Coletti prima di depositare in rete il gol del 5-1. Vittoria larghissima per la Maceratese, un risultato che in serie D mancava da anni all’Helvia Recina.

41′ -Giallo per Carboni, autore di un fallo in centrocampo su Christian Scarlato.

38′ – Orta solo di fronte a Coletti sbaglia la conclusione, ma l’arbitro fischia per fuorigioco della punta abruzzese.

37′ – Il Marino ci prova con Capolei direttamente da calcio d’angolo: Marani allontana coi pugni, poi subisce una carica.

34′ – Fuorigioco inesistente fischiato a Negro che tutto solo aveva scartato Coletti, in uscita disperata. Il passaggio di Bucci è stato effettuato quando il centravanti biancorosso era nettamente tenuto in gioco dal suo marcatore.

30′ – Standing ovation del pubblico: esce Federico Melchiorri, rilevato da Mario Orta. Tutto l’Helvia Recina in piedi per applaudirlo, dalla curva alla tribuna.

26′ – Gol!!! Melchiorri cala il poker! 4-1 di pregevole fattura, palla a giro sul palo lontano. Assist di 30 metri confezionato da Capparuccia. La Maceratese mette in ghiaccio il match.

22′ – Fuori Eclizietta e Castracani, dentro Donzelli e Bucci. Ottima la prova di Eclizietta, autore di una rete annullata in seguito ad una decisione probabilmente non corretta, fautore delle successive marcature dei biancorossi.

18′ – Rete!!! Tripletta di quella forza della natura che è Federico Melchiorri, bravissimo a finalizzare un’azione cominciata da una perfetta apertura di Eclizietta che ha cambiato gioco dalla fascia destra alla sinsitra!

16′ – Altra azione pericolosa della Maceratese: Melchiorri serve Negro, chiuso al momento di concludere dal limite dell’area. Il Marino ci prova con il nuovo entrato Pirro, ma è contenuto da una gabbia di avversari in biancorosso.

13′ – Cambio nel Marino: esce Quadrini ed entra l’esperto Ranieri Pirro, tra l’altro ex di Fermana e Sangiustese. Molto positiva per il Marino la prova di Quadrini, che oltre al gol ha cercato di sostenere il peso dell’attacco da solo.

11′ – Gol!!! Ancora Melchiorri! Azione insistita di Eclizietta, bravissimo a tenere palla in area di rigore e a proteggerla, la difesa cerca di chiudere ma Melchiorri con un tiro potentissimo buca Coletti: è il 2-1.

10′ – Occasionissima per la Maceratese: Melchiorri dalla linea di fondo serve Russo in area, ma il terzino sinistro calcia debolmente in porta e l’azione sfuma.

7′ – Maceratese in cerca dello spunto per trovare nuovamente il vantaggio. Il Marino prova a tenere palla nonostante l’uomo in meno. Grande lavoro di Quadrini davanti, bravo a tenere palla e crearsi lo spazio.

3′ – Eclizietta si porta il pallone avanti col tacco sulla sinistra, prova a piazzarla ma troval ‘attenta chiusura di Coletti.

1′ – Gol!!! Dopo 40 secondi il Marino pareggia con Quadrini. Palla crossata dalla destra, anticipato un attaccante ospite – palla sul palo – rimbalzo che favorisce Quadrini, tutto solo nell’area piccola. Marani ci arriva con un guizzo ma non riesce ad evitare il gol.

1′ – Ricomincia Maceratese-Città di Marino. Cambio negli ospiti: fuori Gigliotti, dentro Terracciano (classe ’94).

INTERVALLO: Le squadre stanno per fare il loro ingresso in campo, tra pochissimo il secondo tempo. Si riparte dall’1-0 dei primi 45′: il Marino recrimina per le occasioni sprecate al momento di finalizzare e per il rosso mostrato a Mirante. La Maceratese invece contesta il gol annullato – peraltro con considerevole ritardo – ad Eclizietta.

INTERVALLO: Primo tempo ricchissimo di emozioni, Maceratese in vantaggio 1-0 grazie ad una sontuosa prestazione di Melchiorri, vicina al 2-0 con Negro (palla fuori a porta vuota) ed Eclizietta (gol annullato). Il Marino, che è carente in fase di finalizzazione, ha comunque creato molto impegnando la difesa biancorossa. Gara in salita per i laziali che al 44′ hanno visto espulso Simone Mirante, dopo la segnalazione del signor Abategiovanni al direttore di gara.

49′ – Dopo il dupliuce fischio che sancisce la fine del primo tempo confronto faccia a faccia tra Gigliotti ed Eclizietta, con il giocatore ospite che gli dà un buffetto, visto dall’arbitro. Solo un richiamo per i due.

48 ‘ – Ammonito Russo per fallo su Gigliotti. Punizione da circa 20 metri, siamo però un minuto oltre i tre concessi.

46′ – Ci saranno 3′ di recupero, gara molto nervosa adesso; intervento da dietro su Eclizietta, si scaldano gli animi.

44′ – Cartellino rosso per Mirante. L’arbitro ha deciso questo dopo esere stato richiamato dal primo assistente, Abategiovanni di Frattamaggiore. Mirante, invece di uscire dal campo, va a protestare con la panchina biancorossa. L’arbitro ha un gran da fare e richiama il mister degli ospiti, Gennaro Scarlato.

42′ – Capolei guadagna un corner, il nono finora. LaMaceratese riparte ma viene fischiato un fallo di Eclizietta su Fiorni; gli ospiti rimangono in attacco.

40′ -Punizione per il Marino, Mirante calcia senza inquadrare lo specchio della porta.

34′ – Il direttore di gara annulla la seconda rete della Maceratese, perché Eclizietta è stato giudicato in fuorigioco. Peccato per l’esterno biancorosso che aveva messo il pallone in rete con una conclusione ad effetto sul secondo palo.

34′ – Gol!!! La Maceratese va sul 2-0, con un meraviglioso gol di Eclizietta, servito dopo una combinazione tra Melchiorri e Negro!

33′ – Colombo prende d’infilata Castracani e Capparuccia, entra in area e calcia a botta sicura, bravo Marani a ribattere in angolo.

31′ – La Maceratese pareggia il conto dei corner: 7 a testa. Partita spettacolare, con occasioni da entrambe le parti.

30′ – Simboli placca Melchiorri e si becca il primo giallo del match. Punizione dalla sinistra per la Maceratese, quasi un angolo corto.

29′ – Melchiorri show: salta ancora Coletti con un pallonetto, Fiorini salva poco prima che il pallone finisca in rete. Il numero 9 biancorosso sta facendo tremare la retroguardia ospite.

27′ – Ancora Melchiorri vicino al gol, Coletti si oppone in corner. Forcing dei biancorossi.

25′ – Lancio di Romanski per Melchiorri che resiste ad una carica in area di rigore, serve Negro tagliando fuori Coletti in uscita, ma l’ex punta della Jesina a porta vuota calcia malissimo sprecando il 2-0 che era stato servito su un piatto di platino, più che d’argento.

23′ – Colombo in netto ritardo calcia Marani in uscita bassa. L’arbitro lo richiama, ma un giallo sarebbe stato opportuno. Il Marino palesa evidenti limiti tecnici, ma sta cercando in tutti i modi di recuperare. Maceratese molto cinica fino ad ora, avanti grazie al suo bomber Melchiorri.

21′ – Errore di Castracani in copertura, Capolei tutto solo in area di rigore si fa recuperare e calcia addosso a Marani. Marino vicinissimo al pareggio.

19′ – Bella palla recuperata da Eclizietta sulla fascia sinistra; passaggio per Carboni che apre a destra per Romanski, messo giù irregolarmente. Sugli sviluppi della punizione il pallone viaggia in area ma c’è un fallo in attacco su Fiorini.

17′ – Gol della Maceratese!!! Fenomenale break a centrocampo di Melchiorri che per vie centrali salta due avversari e batte Coletti in uscita con un chirurgico rasoterra!

14′ – Maceratese imbrigliata a centrocampo, gli esterni Eclizietta e Romanski non hanno ancora effettuato una discesa. Il Marino mantiene il possesso e il vantaggio territoriale, i biancorossi cercano subito la profondità di Melchiorri con lanci lunghi.

12′ – Palla persa a centrocampo dalla Maceratese, Russo in scivolata salva ed evita il contropiede di tre avversari contro di lui. Pressione del Marino che libera Gigliotti di fronte a Marani, colpo di testa controllano dal giovanissimo estremo biancorosso.

11′ – L’angolo  viene battuto da Negro, Melchiorri prende il tempo a Coletti ma di testa spedisce di poco fuori.

9′ – Carboni mette in angolo la punizione: sugli sviluppi del corner brividi per la difesa della Maceratese, Capparuccia mette ancora in angolo. Palla tesa e corta respinta di Marani, la palla finisce in rete ma l’arbitro aveva già fischiato un fallo sul portiere biancorosso. Supremazia degli ospiti nei primi dieci minuti.

8′ – Punizione per il Marino dall’out di sinistra, Capolei va alla battuta: mucchio in area della Maceratese.

4′ – Risposta della Maceratese: Negro guadagna e batte un calcio d’angolo, la palla sul secondo palo è perfetta per l’inserimento di Melchiorri che da pochi metri spara alto in spaccata.

2′ – Traversa del Marino! La palla è stata colpita di controbalzo dal limite dall’area. Secondo corner di fila per i laziali, ribatte di pugno Marani.

1′ – Comincia il primo tempo: il primo pallone è della Maceratese.

PREPARTITA: Le squadre stanno facendo il loro ingresso in campo. Città di Marino in total black, Maceratese in classica divisa con maglia a strisce biancorosse, calzettoni e pantaloncini rossi. 

PREPARTITA: Nella Maceratese torna Donzelli, anche se il terzino destro parte dalla panchina. Fuori dall’undici iniziale Troli, a centrocampo spazio a Biancucci e Carboni. Negli ospiti è in panchina Christian Scarlato, centrocampista con esperienze tra i professionisti, anche con la maglia della Fiorentina e della Salernitana.

PREPARTITA: Temperatura primaverile, alto tasso di umidità, cielo nuvoloso ma ancora niente pioggia, prevista verso la fine della gara: Macerata è pronta a vivere la quinta giornata del campionato di Serie D. All’Helvia Recina tra poco scenderanno in campo la Maceratese capolista ed il Città di Marino, fanalino di coda del girone F. La squadra laziale ha conquistato il suo primo punto pareggiando 1-1 contro l’Astrea, seconda forza del girone. I biancorossi invece si presentano dopo il vittorioso blitz in trasferta a Celano. A breve le formazioni.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X