Lavoro nero: chiuso un centro massaggi cinese

CIVITANOVA - Sanzioni di migliaia di euro per due attività recentemente sorte nell'area commerciale
- caricamento letture

 

massaggi-cinesi1-300x227Controlli congiunti da parte dei Carabinieri di Civitanova, del Nas e dell’Ispettorato del Lavoro per verificare presunte irregolarità  in due centri massaggi, recentemente sorti nell’area commerciale di Civitanova.

Ad operare, dalle 13 di ieri, le pattuglie del Radiomobile e della stazione di Civitanova Alta assieme a due carabinieri del NIL ed una ispettrice della Direzione Provinciale, oltre a due marescialli del NAS carabinieri di Ancona.

Sono emerse numerose violazioni: in una delle due ditte sono state identificate quattro giovani donne, tutte di nazionalità cinese, impiegate “a nero”. L’attività è stata sospesa e a carico dei titolari sono arrivate sanzioni pecunarie per alcune migliaia di euro.

Anche nell’altra attività che – oltre ai massaggi orientali lavora come  parruchieria – sono stati trovati dipendenti privi di regolare contratto di assunzione e personale che esercitava abusivamente l’attività.

Sono scattate le segnalazioni alla magistratura e le sanzioni elevate da parte dei Carabinieri del NAS anconetano.

Nelle due aziende ispezionate, entrambe gestite da cinesi, sono state riscontrate dal NAS anche irregolarità nella tenuta dei materiali antincendio e della legge sul fumo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X