Accordo per il restauro di Santa Caterina a Camerino

- caricamento letture

santa-caterinaIl complesso di Santa Caterina a Camerino verrà recuperato. E’ questo l’esito dell’incontro che si è svolto ieri nella sede della Regione Marche tra l’assessore al Bilancio, Pietro Marcolini, e il rettore di Unicam, Flavio Corradini. L’immobile, ex sede della facoltà di Veterinaria, ubicato nel centro storico della città ducale, sarà oggetto d’intervento di recupero strutturale grazie alle economie della legge 61/98 per un importo di 400.000 euro, alle quali andranno ad aggiungersi 800.000 euro di cofinanziamento garantito dall’università. La cospicua integrazione dell’ateneo consentirà alla Regione di destinare ulteriori risorse, proporzionali al cofinanziamento e finalizzate al raggiungimento dell’agibilità strutturale del complesso, non appena sarà prodotto il progetto esecutivo. L’intervento complessivo potrebbe, quindi, aggirarsi intorno ai 2 mln di euro. Quello sul Santa Caterina rientra all’interno dei 15 interventi individuati nel 2011 dalla Regione Marche per un importo complessivo di 3 mln di euro, che hanno riguardato anche beni ecclesiastici. A questa provvista di economie si sono aggiunte ulteriori risorse per 3,4 mln che andranno ad integrare le precedenti in modo proporzionale al cofinanziamento garantito dai soggetti beneficiari, fino al raggiungimento dell’agibilità strutturale degli edifici interessati. “Con queste risorse – ha dichiarato Marcolini – destinate al recupero di beni culturali di notevole interesse storico e artistico, la Regione Marche mette in campo, in tempi di penuria, risorse preziose che possono attivare lavoro ed economia ma, soprattutto, che consentiranno di rifunzionalizzare beni pubblici ed ecclesiastici di pregio, che arricchiscono il nostro patrimonio e lo rendono utile per nuove attività ed iniziative. Nel caso del Santa Caterina la sinergia con l’Università di Camerino è stata fondamentale e consentirà di restituire alla città un complesso di cui potranno giovarsi giovani e studenti”. Dal canto suo esprime grande soddisfazione il rettore Corradini: “Abbiamo raggiunto un’intesa molto importante con la Regione Marche che consentirà all’Università di poter disporre di una splendida struttura per implementare e sviluppare nuovi servizi e opportunità a beneficio degli studenti e dell’intero territorio. Unicam, dunque, rafforza sempre più la sua presenza in città con spazi adeguati e funzionali alle molteplici attività che caratterizzano la propria offerta formativa e il proprio ruolo di volano per l’innovazione e lo sviluppo del territorio”. Già nei prossimi giorni i tecnici di Università e Regione s’incontreranno per definire i particolari dell’intervento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X