Patron Crescenzi lancia il Serralta
“Sotto con i play off, possiamo far bene”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
marco-crescenzi

Il presidente del Serralta Marco Crescenzi

Il trentesimo ed ultimo turno ha mandato in archivio il campionato 2011/2012 e lo ha fatto dando gli ultimi verdetti, quelli per comporre le griglie play off e play out. Come è noto, infatti, dopo trenta giornate si chiude la stagione regolare, ma non ci si ferma qua, poiché alcune squadre dovranno prendere parte all’appendice del torneo nella quale ci si giocherà promozione e salvezza. Per il Serralta termina l’ennesima stagione positiva che ha condotto la squadra, per la terza volta di fila, ai play off e con questi numeri finali: terzo posto con 53 punti (pari merito con gli Amatori) frutto di 15 vittorie (9 in casa, 6 fuori), 8 pareggi (5 in casa, 3 fuori); invece 7 le sconfitte (1 in casa, 6 fuori). Oltre a ciò va rimarcato il fatto che la difesa è stata, come l’anno scorso, la migliore del girone (insieme al MSG) con 26 gol subiti, l’attacco è stato il quinto con 46 reti realizzate (Clemente miglior bomber con 10 gol seguito da Sfrappini con 9).  L’analisi del presidente Marco Crescenzi parte dal traguardo dei play off: “La cosa principale e da rimarcare è senza dubbio quella che ci vede di nuovo nei play off, segno di continuità ad alti livelli che dura ormai da diversi anni. Risultato, questo, che dà prestigio ad una stagione positiva che ci ha visti protagonisti praticamente dall’inizio alla fine e capaci di un cammino soddisfacente con la squadra che ha saputo restare al vertice sempre ed ha lottato per posizioni importanti”. Crede che i meriti siano di tutti? “Sicuramente – continua il Presidente del Serralta – l’ottimo risultato ottenuto è conseguenza di un grande lavoro fatto da tutte le componenti societarie e quando si ottengono simili traguardi tutti hanno dei meriti e ognuno ha fornito il proprio contributo; quindi non posso che rivolgere un grazie ed i complimenti al gruppo dei giocatori, al mister ed ai dirigenti”. Il Serralta ha mancato il secondo posto proprio all’ultimo. C’è rammarico? “E’ finita come la scorsa stagione e credo che riuscire a replicare un terzo posto sia stato un fatto da non sottovalutare e, anzi, è da sottolineare perché testimonia il nostro indubbio valore. Poi è normale che avremmo voluto fare meglio, dato che il secondo posto era un obiettivo che volevamo centrare e avrebbe significato molto per la società, purtroppo non ce l’abbiamo fatta ed il rammarico esiste, ma è vero che nelle ultime gare non siamo riusciti a dare il meglio patendo un po’ e pagando anche qualche assenza e qualche episodio che ci ha detto male. Tuttavia non ci piace lamentarci ed accettiamo il verdetto del campo con serenità e tranquillità”. Adesso subito in campo per i play off: “Sì, non c’è tempo per riposare o pensare al passato, ma bisogna tuffarsi immediatamente nel prossimo impegno che sarà molto importante ed il lavoro dovrà essere rivolto a preparare al meglio una partita delicata che non si dovrà sbagliare. Confido nel nostro gruppo che ormai conosce bene questi appuntamenti e vorrei rivedere la squadra dal rendimento migliore, sperando che possa ritrovare un po’ di smalto e tornare a giocare come sa e come ha fatto vedere per gran parte del torneo. Siamo consapevoli di poter dire la nostra sia in questo singolo match che in tutti i play off e vogliamo fare bene e, naturalmente, punteremo ad andare avanti cercando di ottenere il massimo e di arrivare da protagonisti fino in fondo, come d’altronde abbiamo fatto l’anno scorso”. Serralta pronto per l’obiettivo più grande? “Adesso non vogliamo fare questo discorso, anche perché è prematuro avendo davanti un ostacolo duro da superare e poi ci preme andare avanti un passo alla volta. Ad inizio stagione il traguardo che ci eravamo dati erano i play off e l’abbiamo centrato con merito e soddisfazione e ciò dà alla squadra la consapevolezza di essere forte e di avere le carte in regola per puntare in alto. Mi piacerebbe, pertanto, vedere i ragazzi fare bene, dare ognuno di loro un contributo pesante, ottenere risultati degni di nota. Tutto questo li ripagherebbe dagli sforzi fatti ed a noi darebbe una gran bella gioia, poi alla fine tireremo le somme e valuteremo il tutto, accettando come sempre il responso del campo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X