Corridonia ridimensionato e vincente
Ciarlantini: “Serve gente che lotta”

ECCELLENZA - La società rossoverde ha tagliato 5 giocatori nel corso del mercato dicembrino ma la squadra ha ottenuto risultati lusinghieri che la catapultano a ridosso della zona playoff. Secondo il mister per la salvezza mancano ancora 7 punti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Ciarlantini-13-300x165

L'allenatore del Corridonia Giovanni Ciarlantini

di Filippo Ciccarelli

Una domenica da protagonista. Mister Ciarlantini e il suo Corridonia vincono 1-0 contro la Monturanese e mettono una seria ipoteca nella corsa salvezza del torneo d’Eccellenza. La formazione corridoniense, dopo il mercato di dicembre, aveva perso diversi pezzi pregiati, tra cui Pomiro, Santinelli, Tartabini e Pettinari. Una decisione drastica quella presa dal sodalizio rossoverde ma che, come sostiene Giovanni Ciarlantini, che guida i ragazzi in campo, “è servita per far capire a qualcuno che era arrivato il momento di lottare per la maglia, per un fine”. Noi lo abbiamo sentito per fare il punto della situazione in casa Corridonia.

Mister Ciarlantini, domenica avete ottenuto un successo importante contro la Monturanese…

“Sì, a questo punto del campionato è stata una vittoria sicuramente preziosa”.

Quanti punti mancano per ottenere la salvezza?

“Penso che servano ancora 6-7 punti. La società ha fatto delle scelte sicuramente impopolari e importanti a Natale, perché ci ha privato di ben 5 giocatori. A quel punto l’obiettivo che ci si è posto è quello della salvezza, quindi dobbiamo raggiungerlo il prima possibile. Una volta raggiunta ci guarderemo negli occhi con la società, coi ragazzi e vedremo se sarà possibile arrivare ai playoff. Ora come ora però non possiamo fare dei calcoli, dobbiamo arrivare almeno a quota 44”.

Corridonia-Foritudo-Fabriano-3-300x200

L'attaccante Okere, capocannoniere del Corridonia

Come ha detto lei il mercato di riparazione vi ha indeboliti: nonostante ciò i risultati sul campo sono stati eccellenti..

“Sì, abbiamo mantenuto dei risultati importanti, facendo 18 punti su 9 gare, mi pare che in questa classifica siamo secondi solo al Tolentino. Ma nei campionati, soprattutto quelli dilettantistici ma direi anche nel professionismo, alla fine per raggiungere certi risultati ci vuole il gruppo, lo spogliatoio e i giocatori che lottano insieme sposando la causa. Quando si è tanti o quando non si hanno le persone giuste questo difficilmente avviene. L’epurazione di dicembre è servita per far cercare di capire qualcuno che era arrivato il momento di lottare per la maglia”.

Parliamo di Giovanni Ciarlantini fuori dal campo. Cosa fa nella vita?

“Io sono un maresciallo dei carabinieri e lavoro a Macerata. Fuori dal campo faccio sport: vado a correre a piedi, corro in bici, mi voglio sempre mantenere in forma. Poi amo informarmi su quella che è la comunicazione di gruppo, sulla motivazione, cerco di aggiornarmi sugli schemi di allenamento. La mia vera grande passione, a 52 anni, è il calcio, e cerco di praticarlo nel migliore dei modi. La mia squadra del cuore? La Juventus, anche se da quando sono allenatore penso solo a quella che alleno”.

Giovanni-Ciarlantini-tecnico-del-Corridonia

Giovanni Ciarlantini tecnico del Corridonia

Secondo lei chi la spunterà nella volata tra Tolentino, Maceratese e Fermana?

“Il Tolentino è stato agevolato nel momento cruciale dell’anno ad avere, a differenza delle altre, il ritmo partita. Perché quando abbiamo ricominciato dopo la pausa neve, loro avevano le partite di coppa nelle gambe, ed infatti hanno ottenuto risultati importanti. A questo punto, se non scivolano sulla classica buccia di banana, potrebbero arrivare fino in fondo. Quella cremisi è una  società importante, con allenatore che non è l’ultimo arrivato; anzi, direi ma uno dei migliori sulla piazza. Hanno tutte le condizioni per primeggiare, certo è che Maceratese e Fermana potrebbero tornare in corsa, perché sono lì. Ma arrivati a questo punto penso che tutto dipenda dal Tolentino”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X