“Non sono stata finita”
A teatro il dramma di Francesca Baleani

MACERATA - A quasi sei anni da quel terribile giorno, la storia della donna abbandonata in un cassonetto dopo essere stata picchiata a sangue a Montanello viene raccontata in uno spettacolo teatrale scritto e diretto da Clara Galante. Tra le tappe, Firenze, Roma, Latina e Calenzano.
- caricamento letture
Clara-Galante

L'attrice e regista dello spettacolo Clara Galante

di Beatrice Cammertoni

“Non è stata finita” Francesca Baleani in quella drammatica giornata del luglio del 2006. Le ultime energie rimaste, la speranza di sopravvivere ma soprattutto la disperazione di quei drammatici momenti hanno fatto si che un passante la sentisse urlare dal cassonetto dove chiusa in un sacco di plastica il suo ex marito l’aveva gettata dopo averla picchiata a morte. Una storia che non può lasciare indifferenti e che scosse profondamente Macerata, una vicenda che ha trovato spazio in moltissime trasmissioni televisive. Dagli amori criminali dell’omonimo programma di Camila Raznovich alle “Storie Maledette” di Franca Leosini fino agli “Invincibili” di Marco Berry, l’attenzione sul caso di Francesca non si è mai spenta. Una lettera di Francesca scritta all’allora Guarda Sigilli Clemente Mastella trova spazio nel libro a cura di Marina Addis Saba, Cristiana di San Marzano, Elena Doni, Paola Gaglianone, Claudia Galimberti, Elena Gianini Belotti, Lia Levi, Dacia Maraini, Maria Serena Palieri, Francesca Sancin, Mirella Serri, Simona Tagliaventi, Chiara Valentin dal titolo “Amorosi Assassini. Storie di violenza sulle donne” uscito nel 2008. Si parla di un solo anno, il 2006, ma queste storie sono tantissime e tra di esse, quella di Francesca, all’epoca ancora in fase di riabilitazione è una testimonianza vivissima. “Ora so che il mio ex marito mi ha voluto morta. E mi ha creduto morta. E questo per me è omicidio e solo il caso, il miracolo, il mio destino, ognuno si faccia l’idea che crede del nostro passaggio sulla terra, ha fatto sì che la mia esistenza non terminasse in un cassonetto”.

L’obiettivo di trasformare la più brutta esperienza della vita di una donna in un monito ed in una denuncia sociale prosegue ora a teatro, con uno spettacolo interpretato e diretto dall’attrice Claudia Galante. Sembra quasi inevitabile che l’ambiente in cui lo stesso Carletti si era affermato e si era fatto conosce non restasse impassibile di fronte a quanto avvenuto ormai quasi sei anni fa. «Mi ha colpito il fatto che l’uomo in questione fosse il Direttore di un Teatro rappresentativo di un’intera città. Scioccamente pensai che essere a capo di un “luogo sacro” nato per accogliere, per incontrare, per portare a più persone riflessioni, emozioni e bellezze, potesse significare qualcosa e invece evidentemente nessun “luogo” nessuna regola, nessuna legge può fare un uomo un essere umano a meno che non lo si voglia diventare veramente. Mi diedi da fare per conoscere la storia e cosa avesse scatenato tanto abisso, Francesca dopo un anno di coma si risvegliò alla vita e io riuscii a contattarla […]. Francesca ed io oggi siamo amiche» scrive la Galante nella sua nota allo spettacolo.

baleani-carletti

Bruno Carletti e Francesca Baleani

Scrive Attilio Scarpellini, saggista e critico di teatro:« “Non sono stata finita” è un poemetto concertato per corpo e voce, uno straziante soliloquio sull’umiliazione della violenza e sul dolore della rinascita, una parabola di liberazione che va dal buio all’aria. Clara Galante, una delle nostre interpreti che più eccelle nel recitar cantando, lo affronta con una misura inedita anche per le sue notevoli capacità vocali: con una semplicità e una limpidezza che sbaragliano la soffocante materia in cui tutto è inizialmente immerso. Se ogni performance è la cronaca in atto di una trasformazione, “Non sono stata finita” è una progressione poetica dal gemito al canto dove la resistenza della vita passa anche e soprattutto per la riscoperta del linguaggio.»

La storia della Baleani così come raccontata dall’attrice, intanto, gira l’Itala dallo scorso Novembre. Tra le principali tappe quelle a Latina, Firenze, Roma, Calenzano. Molte delle rappresentazioni si sono concentrate in questa settimana, quando la Giornata internazionale della donna riporta il tema della violenza al centro del dibattito pubblico. 

baleaniraitre

Francesca Baleani in una trasmissione televisiva



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X