Colpo esterno del Trodica
Prima vittoria per il Chiesanuova

IL PUNTO SUL TORNEO DI PROMOZIONE - L'Aurora Treia perde 4-3 a Servigliano un match non adatto ai deboli di cuore
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Casoni

Il centrocampista del Potenza Picena Andrea Casoni

di Federico Bettucci

Si ricompone, almeno momentaneamente, il trio di testa nel girone B. Per tre motivi. Uno: perché il Porto Sant’Elpidio, a punteggio pieno, ha osservato il turno di riposo (ora ha quindi una partita in meno delle altre). Due: perché il Portorecanati rialza subito la testa dopo il passaggio a vuoto di mercoledì sera a Passo di Treia, tornando al successo. Tre: perché il Potenza Picena cade di misura in trasferta, rimanendo molto indietro in graduatoria e lasciando i tre punti alla Folgore Falerone. Tutto questo dopo la quinta giornata, nella quale vincono anche Trodica e Chiesanuova e la Vigor Pollenza rimane ultima in solitudine. Due calci di rigore permettono al Portorecanati di superare l’ostacolo Monteluponese (2-0). Non è stato così facile, anzi: sia prima che dopo il penalty (fallo di Sbrollini su Emanuele Gasparini) vincente dell’1-0, firmato Amadio, gli ospiti guidati da Carinelli impensieriscono continuamente la porta dei rivieraschi, salvati in più di una circostanza dal loro estremo difensore Castorani. La spinta di una buonissima Monteluponese, che con un piglio così potrà salvarsi senza patemi, si placa solo quando Tartufoli si procura (atterramento da parte del portiere Cionfrini) e realizza il calcio di rigore che vale il successo all’inglese. Vittoria sofferta, ma vittoria scacciapensieri. Tre affermazioni casalinghe su tre e miglior attacco con 13 gol realizzati. Quattro punti in altrettanti giorni per il Trodica, unica squadra assieme al Pagliare ad esultare in trasferta nel week end. Di rigore anche il successo della compagine di Mazzaferro, che va a violare 1-0  il campo della Cuprense. Di chi il sigillo determinante? Di Andrea D’Angelo naturalmente. A metà primo tempo il numero 10 causa e trasforma il tiro dagli undici metri che vale il bottino pieno. Praticamente inoperoso il guardiano dei pali del Trodica Rinaldesi. I punti in classifica sono ora 7, come quelli della Vis Macerata sconfitta 3-1 a Montegiorgio (rete del momentaneo vantaggio di Mancini alla mezz’ora). Match sconsigliato ai deboli di cuore a Servigliano, dove il San Marco rimonta in extremis sull’Aurora Treia da 2-3 a 4-3. Alla matricola neopromossa non bastano il rigore respinto da Piergiacomi sullo zero a zero, l’inzuccata del primo vantaggio di Di Francesco (assist del solito attivissimo Tamburrini) poco dopo la mezz’ora della prima frazione, il punto del 2-2 autografato dalla capocciata di Verdicchio a metà ripresa e la perla del momentaneo sorpasso di Pandolfi a soli dieci minuti dal termine: alla fine, incredibilmente, esultano i padroni di casa, che colgono il poker proprio allo scadere. Pesante ko per il Porto Potenza, che sembrava aver dato una svolta positiva al suo avvio di stagione con la bella prova di metà settimana e che invece va a perdere 3-0 a Ripatransone. L’Avis colpisce già due volte nel primo tempo e per la truppa di Esposto non c’è più nulla da fare. La classifica (5 punti) è deficitaria. Non sorridono neanche i cugini del Potenza Picena (punti 4). Privi di due colonne come Cento e Liberti, i giallorossi non sfigurano affatto contro uno dei collettivi più attrezzati della categoria, ma sfortunatamente tornano a casa a mani vuote. L’1-0 per la Folgore Falerone che decreta la seconda sconfitta della stagione giunge dopo soli tre giri di lancette dal via. Primo hurrà per il Chiesanuova, che a pochi minuti dal termine ha ragione di una combattiva Vigor Pollenza. Il 2-1 è firmato Sacchi (primissime fasi della contesa) e Diallo: reti all’inizio e alla fine della partita. Eppure ad un quarto d’ora dal termine i pollentini avevano acciuffato i rivali sul pareggio grazie a Mogetta, per quello che sarebbe stato il secondo punto in pochi giorni. Il guizzo finale di Diallo ha poi consegnato l’intera posta in palio alla compagine di Moriconi, che prima di questo turno aveva messo a segno un solo gol in quattro uscite. Sconfitte Apiro e Matelica nel girone A. Le due formazioni rimangono ferme rispettivamente a quota 8 (quarto posto) e 3 (penultima posizione). Gli apirani vengono battuti 1-0 dalla Falconarese in trasferta; i matelicesi (gol di Ruggeri in avvio su assist di Fede), sempre in trasferta, sono superati 2-1 in rimonta dall’Energy Resources Rio.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Alex Castorani (Portorecanati). Il numero 1 ex Recanatese, Tolentino e Fermana dice di no in svariate occasioni ai tentativi di una pimpante Monteluponese, che a sorpresa crea numerosi grattacapi ad un Portorecanati vincente ma non brillante. Il portierone di casa sventa tutte le insidie che capitano dalle sue parti. Saracinesca.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA:

1 – Castorani (Portorecanati)

2 – Mancini (Vis Macerata)

3 – Cicconofri (Trodica)

4 – Pazzelli (Trodica)

5 – Girotti (Potenza Picena)

6 – Bartolini (Trodica)

7 – Mogetta (Vigor Pollenza)

8 – Pandolfi (Aurora Treia)

9 – Sacchi (Chiesanuova)

10 – Tartufoli (Portorecanati)

11 – Diallo (Chiesanuova)

Allenatore: Mazzaferro (Trodica)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X