La base del Pdl chiede
rinnovamento e riorganizzazione

- caricamento letture
massi

Francesco Massi

Mercoledì scorso si sono ritrovati all’Abbadia di Fiastra, su invito del Capogruppo del PDL Francesco Massi oltre 370 tra attivisti di base, iscritti, dirigenti locali e amministratori del PDL.

“Dopo aver esaminato i risultati conseguiti dal PDL e da Franco Capponi comune per comune” – scrive Francesco Massi – “si è aperto un dibattito molto vivace sulle prospettive e sulle soluzioni per rafforzare l’azione del PDL, la sua organizzazione, il suo servizio ed il radicamento del Partito sul territorio.

Se è  vero che il risultato negativo è in gran parte da addebitarsi ad un “vento” nazionale che ha spirato in modo fortemente contrario è anche vero che sono emerse carenze di attivismo, di impegno e di motivazione in diversi comuni.

Dai vari interventi che si sono succeduti si è evidenziato che il Partito deve recepire il messaggio della sconfitta e dare risposte sul piano della riorganizzazione e, soprattutto, sul piano del potenziamento, qualificazione e rinnovamento dei propri organi dirigenti”.

Partendo dalla relazione di Francesco Massi tutti gli intervenuti hanno richiesto che tutti i dirigenti di Partito dal Coordinatore comunale a quello Nazionale siano eletti dagli iscritti e non nominati dall’alto e che le candidature, ai vari livelli, dai consiglieri comunali fino al parlamento siano nominati sulla base della esperienza, dei sacrifici e dei meriti acquisiti con la militanza sul territorio.

E’ stata richiesta, a gran voce, l’abrogazione della attuale legge per la nomina dei parlamentari che ha prodotto una sciagurata “calata” dall’alto di parlamentari non marchigiani nella nostra regione (quattro del PDL).

Per quanto riguarda una immediata apertura del Partito provinciale a nuove forze di attivismo Francesco Massi ha proposto la costituzione di un Comitato Provinciale costituito per 1/3 dagli Amministratori e Eletti, per 1/3 dai migliori attivisti e per 1/3 da giovani che si sono distinti per impegno e merito.

Nel dibattito sono anche intervenuti i Consiglieri Regionali Marinelli e Acquaroli, il Sindaco Capparrucci e hanno concluso i lavori gli interventi di Mario Lattanzi e Franco Capponi.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X