Centrale a biomasse a Santa Maria Apparente
I residenti chiedono il monitoraggio dell’aria

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

polveri-sottili

di Laura Boccanera

<<Chiediamo all’amministrazione di attivarsi urgentemente per la caratterizzazione della qualità  dell’aria nella zona dell’intervento in questione e più in generale in tutto il quartiere di Santa Maria Apparente>>. Parole del presidente del comitato di quartiere Angelo Quintabà. A preoccupare i residenti infatti due questioni: da un lato l’avvio della procedura che porterà all’autorizzazione  da parte della Regione Marche, di una centrale di produzione di energia elettrica di 4,625 kWe alimentata a biocombustibile nella zona industriale, dall’altro la mancanza di una centralina di controllo della qualità dell’aria che valuti l’impatto ambientale di tutte le attività della zona industriale. E secondo il comitato la presenza dell’una peggiorerebbe l’altra in quanto spiegano che: <<L’ impianto sarà costituito da 5 gruppi moto-generatore a combustione interna ognuno alimentato a biomassa liquida ovvero con olio di palma, ed altri oli vegetali. L’impianto di cogenerazione sarà attivo con continuità 24 ore al giorno, con tempo annuo di fermata di circa un mese per interventi di manutenzione.

Si tratta comunque del primo impianto di questo tipo per la produzione di energia elettrica destinata alla vendita e non all’autoconsumo che si prevede di installare in città. Tutto questo in una zona comunque ad elevato rischio di crisi ambientale che non andrebbe appesantita ulteriormente da impianti di produzione energetica commerciali. Infatti, per la qualità dell’aria, in assenza di campagne effettuate direttamente nella zona interessata dall’intervento, si sono presi come riferimento i dati delle stazioni fisse di monitoraggio della qualità dell’aria della provincia, site nel comune di Macerata in località Collevario e nel comune di Civitanova Marche in prossimità dell’ippodromo. Il comitato di quartiere di Santa Maria Apparente, come già richiesto in passato anche da comitati spontanei ed associazioni ambientaliste, chiede all’amministrazione di attivarsi urgentemente per la caratterizzazione della qualità dell’aria nella zona dell’intervento in questione e più in generale in tutto il quartiere di Santa Maria Apparente>>.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X