Urlo biancorosso
La finale è vicina

La Lube vince a Cuneo dopo un tie break emozionante, dove i biancorossi, sotto 6-1 e 10-5, riescono a spuntarla e si portano 2-1 nella serie di semifinale Devastante Omrcen, autore di 29 punti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Omrcen

Devastante la prova di Igor Omrcen

Lube Banca Marche corsara al Pala Bre Banca: in gara 3 della semifinale play off i biancorossi battono Cuneo a domicilio al tie break, dopo una strepitosa rimonta proprio nel parziale decisivo (da 5-10 a 16-14), conquistando il vantaggio di 2-1 nella serie che vale la possibilità di staccare il biglietto per la finale tricolore del 15 maggio mercoledì prossimo, nella quarta sfida che andrà in scena al Palasport Fontescodella di Macerata. Squadre in campo con gli stessi sestetti titolari delle due precedenti sfide (Vermiglio-Omrcen, Podrascanin-Stankovic, Conte-Savani e Paparoni libero sulla sponda Lube, Grbic-Nikolov, Mastrangelo-Volkov, Patriarca-Wijsmans con Henno libero per i piemontesi). A decidere il primo parziale in favore dei piemontesi sono poi il primo tempo di Volkov, vincente nonostante il generoso tentativo di recupero di Omrcen, che nell’occasione si procura anche un’escoriazione al ginocchio andando a sbattere contro i rotor luminosi a bordo campo, ed il successivo muro vincente (l’unico dei piemontesi) da parte di Wijsmans sull’appoggio del croato, che fissa il 25-23. Nel secondo set la Bre Banca prova subito la fuga: primo break sull’8-6 grazie ad un blocco vincente di Grbic su Conte, immediato il +3 grazie al successivo contrattacco di Volkov. Del russo anche l’ace che scrive l’11-7, convincendo Mauro Berruto a spendere un time out per cercare di scuotere i suoi ed invertire la tendenza del parziale. La riscossa biancorossa parte dal buon lavoro a muro (saranno 4 alla fine, vincente quello di Stankovic su Patriarca per l’11-14, altrettanto importante il tocco che consente a Omrcen di contrattaccare per il 13-15), fondamentale soprattutto quello piazzato in maniera vincente da Facu Conte su Nikolov (6 punti per l’argentino), che scrive il 16-17. La parità la firma Savani (6 punti anche per lui) a quota 18 con una pipe, nell’azione successiva (servizio di Omrcen) il primo vantaggio maceratese, che arriva con un muro di Podrascanin (19-18). Omrcen (5 punti) trova il break con un mani out in contrattacco (21-19), l’attacco out di Patriarca manda quindi la Lube Banca Marche sul 23-20: al terzo set point per i biancorossi, che in seconda linea presentano Lampariello al posto di Savani, è decisivo l’errore in battuta di Vlado Nikolov, che regala il 15-13 alla formazione di Berruto. Equilibratissimo il terzo set, nel quale la Lube Banca Marche annulla un break conquistato dai piemontesi sul 12-10 (ace di Wijsmans) grazie ad un contrattacco di Omrcen, che scrive il 19 pari capitalizzando ancora una volta il gran lavoro dei biancorossi nel muro-difesa, con Paparoni in grande evidenza. Maceratesi avanti per la prima volta sul 20-19 con Savani 4 punti, 80% in attacco), poi pigiano il piede sull’acceleratore: +2 grazie ad un attacco out di Wijsmans, 22-19 dopo l’ennesimo mani out di Omrcen che valorizza all’ennesima potenza una difesa di Podrascanin. Savani conquista tre set ball firmando l’attacco del 24-21, chiude capitan Omrcen (cercatissimo da Vermiglio nel finale: per lui7 punti, 67%) alla seconda occasione, 25-22. Nel quarto parziale Cuneo prova a scappare subito con i muri di Mastrangelo (ne piazza due, quello su Podrascanin vale il 7-4), la rimonta Lube è comunque immediata e si registra con il turno al servizio di Savani, che spinge i biancorossi fino all’8-9. Parità a quota 11 con un muro di Vermiglio su Wijsmans, che però si riscatta poco dopo mettendo a terra il pallone del nuovo break piemontese (13-11). Cuneo prova a scappare di nuovo dopo l’attacco out di Savani che vale il 15-12, Stankovic accorcia a -1 murando Mastrangelo (15-16), ma il centrale di casa si riscatta successivamente fermando Omrcen, con il muro che scrive il 22-19 in favore dei padroni di casa chiudendo virtualmente il set. Finisce 25-20, ai biancorossi pesano sicuramente i tantissimi errori in battuta commessi, ben sei, contro un solo errore della Bre Banca nel fondamentale. Il tie break comincia con un vero e proprio assolo di Cuneo, che scappa in avvio col servizio di Volkov (4-0), e poi allunga ulteriormente con l’efficacia del muro (6-1). Macerata accorcia sul 5-7 con un blocco vincente di Podrascanin, la battuta a pare spostare ancora l’inerzia dalla parte di casa (l’ace di Mastrangelo vale il 9-5), ma l’immenso Omrcen (top scorer con 29 punti) risponde con due battute vincenti che riportano la Lube Banca Marche sul -2 (8-10), quindi con il muro del 9-10. Ai padroni di casa resta un break di vantaggio, annullato dal contrattacco di Omrcen che scrive la parità a quota 11. Vince la Lube 16-14, con un Savani decisivo dalla linea dei nove metri: muro di Stankovic su Wijsmans per il 15-14, ace di Savani (20 punti) per il punto che manda i biancorossi avanti 2-1 nella serie.

Il tabellino:

LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Savani 20, Paparoni (L), Vermiglio 1, Marchiani, Conte 14, Stankovic 10, Martino n.e., Van Walle n.e., Cacchiarelli n.e., Omrcen 29, Podrascanin 9. All. Berruto.

BRE BANCA CUNEO: Mastrangelo 11, Henno (L), Galic n.e., Montagna n.e., Wijsmans 16, Carletti, Grbic 6, Peda, Nikolov 21, Patriarca 11, Volkov 10. All. Giuliani.

ARBITRI: Boris (PV) – La Micela (TN).

PARZIALI: 25-23 (30’), 23-25 (31’), 22-25 (29’), 25-20 (29’), 14-16 (20’).

NOTE: Spettatori 3552, incasso 31822 euro. Cuneo bs 17, ace 6, muri 12, errori 26, ricezione 63% (41% prf), attacco 45%. Lube bs 27, ace 5, muri 15, errori 35, ricezione 51% (26% prf), attacco 53%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X