Il Rione Pace festeggia il ritorno
in Seconda categoria

Il presidente-allenatore Sandro Montenovo: "Mantenute le attese"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
rione-pace

La formazione del Rione Pace

di Luigi Labombarda

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: il Rione Pace centra l’obiettivo, primeggia nel girone G di Terza categoria e conquista il ritorno in Seconda, dopo la retrocessione dello scorso anno patita nel playout contro il Sarnano. Non ci sono stati grandi festeggiamenti al campo della Pace a Macerata, probabilmente perché era un successo ampiamente programmato. Per commentare questa promozione non potevamo che intervistare il deus ex machina del sodalizio arancionero, il presidente-allenatore Sandro Montenovo.

Mister Montenovo, l’obiettivo della promozione è stato raggiunto…

“Sì, volevamo disputare un campionato da protagonisti e ci siamo riusciti. Questa rosa è stata costruita nei giorni immediatamente successivi alla retrocessione dello scorso anno con il chiaro intento di ritornare subito in Seconda, e ha mantenuto tutte le attese”.

Una marcia implacabile che però ha avuto qualche intoppo nel girone di ritorno: cos’è successo?

“Alla fine del girone d’andata avevamo preparato un programma di richiamo della preparazione fisica, così da affrontare il ritorno con la giusta condizione. Purtroppo non è stato possibile attuarlo al meglio perché abbiamo dovuto disputare la semifinale di coppa contro il Visso subito dopo Natale. Questa situazione ha pesato in maniera decisiva nella finale di coppa provinciale. Se a questo, aggiungiamo i tanti infortuni durante l’inverno, ecco spiegato il perché della nostra marcia rallentata”.

La finale provinciale della coppa Marche è stata una delusione per voi...

“Decisamente. Quella partita resta il mio cruccio più grande di questa stagione. Abbiamo disputato la nostra gara peggiore, la Vigor Montecosaro ci ha totalmente surclassato. Se la nostra programmazione durante la pausa natalizia fosse stata seguita, sarebbe stata forse una gara diversa”.

Ha accennato poco fa ai tanti infortuni che hanno condizionato le gare del ritorno…

“Abbiamo affrontato molte gare a ranghi ridotti per questo motivo. Faccio due nomi su tutti: Leonardo Centioni e Stefano Nardi, arrivati a dicembre per dare ulteriore qualità a questo gruppo e invece sono stati fermi per infortunio per molto tempo. Nonostante questi problemi però la squadra ha retto e abbiamo centrato la promozione con grande sacrificio”.

Diverse le squadre che hanno cercato di insidiare la vostra supremazia in campionato: quali sono stati gli avversari più ostici?

“I miei complimenti vanno in particolar modo all’Abbadiense, squadra concreta e che ha disputato un campionato con un buon livello di regolarità, infatti non a caso è seconda. Voglio citare anche il Macerata 1921, dotata di ottimi elementi, che ci ha sconfitto 4-1 sul nostro campo, e la Robur che ha raccolto meno di quanto poteva ed ora insegue un posto nei playoff”.

Ci sono già idee o progetti per il prossimo campionato di Seconda?

“E’ ancora presto per fare progetti per l’anno prossimo, a fine campionato vedremo come rinforzare la rosa dei giocatori perché la Seconda categoria è sicuramente tutt’altra cosa. Per quanto mi riguarda, probabilmente non allenerò io la squadra ma affiderò la panchina a qualcun altro.

LA ROSA DEL RIONE PACE

Portieri: Nicholas Gentili, Emanuele Trillini.

Difensori: Ivan Berozzi, Francesco Animento, Marco Ciccarelli, Paolo Oro, Samuele Seri, Diego Corsalini, Simone Giannandrea.

Centrocampisti: Andrea Trinchieri, Adriano Petrini, Fuvio Pompei, Davide Di Buò, Matteo Leonardi, Marco Poloni, Gianluca Menichelli, Luca Santangelo.

Attaccanti: Alessandro Salvucci, Leonardo Centioni, Marco Bonfigli, Stefano Nardi, Francesco Calò, Andrea Bettucci.

Presidente/allenatore: Sandro Montenovo.

Vicepresidente: Nello Piergiacomi.

Segretario: Fabrizio Fermani.

Dirigenti: Luciano Baldoni, Domenico Gentilozzi, Euro Seri, avv. Paolo Ponzelli.

Responsabile 1° squadra: Andrea Accattoli.

Massaggiatore: Sante Rossetti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X