Lezione di fair play dell’Appignanese
Agnetti e Papasodaro a braccetto

IL PUNTO SUL TORNEO DI SECONDA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
GIGLI-VALERIO-CENTROC

Valerio Gigli centrocampista del Serralta

 

di Federico Bettucci

 

Tutto riaperto nei gironi E e F di seconda categoria. Chi l’avrebbe mai detto? Le distanze si riducono e i calendari riservano un finale mozzafiato. L’Helvia Recina, più tranquilla, rischia in casa e pareggia ad un quarto d’ora dal termine; il Caldarola, maggiormente in apprensione, perde in trasferta contro la quint’ultima. I margini di vantaggio sono rispettivamente di quattro punti sul sempre più redivivo Casette Verdini e di tre sul coriaceo Serralta: nelle tre giornate conclusive, per la precisione domenica prossima a Caldarola e sabato 30 a Casette Verdini, le prime due della classe di ogni raggruppamento incroceranno i bulloni. E non è finita qui, perché nel girone F c’è anche la terza litigante, vale a dire la Settempeda. Può bastare? L’Helvia Recina impatta in casa per 1-1 contro la terza forza del torneo, il Villa Musone, al termine di 90 minuti complicati. In svantaggio in avvio di ripresa, la capolista trova il pareggio con il freddo Agnetti che trasforma dal dischetto un penalty procurato da Martarelli. Centro numero 19 per il bomber classe ’85, emulato ad Appignano da Papasodaro, il quale regala tre punti esterni d’oro al Casette Verdini, che ancora crede nella rimonta. L’Appignanese cede in casa per 1-0 ai rivali e scende per la prima volta fuori dalla zona playoff, rendendosi però protagonista di un gesto di fair play, quando il giovane Gabriele Sacchi pareggia con gol viziato da un tocco di mano ma sia i giocatori che l’allenatore Giovagnetti esortano l’arbitro ad annullare la segnatura. L’Aries Trodica non brilla (3-3 interno con il Real Porto penultimo, con reti di Torresi, Alessandrini su rigore e Marziali) ma in chiave salvezza diretta guadagna un punticino sul disastroso Ediartis Cingvlum, che crolla per 1-4 in casa con il Csi Recanati. I leopardiani ora tornano addirittura a pensare al sest’ultimo posto, dato che la classifica li vede distanti tre punti dai cingolani e quattro dall’Aries. Nel balcone delle Marche Senesi, Barelli (due volte) e Montironi affondano l’Ediartis, in gol con Vittori. Lo Junior Portorecanati, ultimo a quota 18, perde un punto su Real Porto ed Acm Sambucheto, nella lotta per evitare il tonfo per direttissima in Terza categoria. All’ultima della classe non basta Attaccalite, perché la battaglia di Portorecanati la vince per 2-1 la Vigor Castelfidardo. Un’intuizione di Ingarao, a sette minuti dal termine, appena 60 secondi dopo il vantaggio ospite, evita il ko all’Acm, che pareggia 1-1 in casa con la Nuova Folgore. Nell’altro raggruppamento inattesa battuta d’arresto (la terza stagionale, tutte fuori casa) del Caldarola, che perde dopo ben 5 mesi (ultima sconfitta il 3-4 di San Claudio ad inizio novembre, era la nona giornata) e lo fa per 2-0 sul terreno della Nuova Dimensione, con una rete incassata per tempo. Si avvicina allora prepotentemente il Serralta, che in rimonta riesce ad avere la meglio su un Muccia insidioso sin dalle battute iniziali. La sfida inizia, più o meno, quando la prima in classifica, che giocava in “anticipo”, subisce il gol del 2-0. Ferioli di sinistro sblocca per gli ospiti dopo una dozzina di minuti, ma la doppietta (prime reti di questo campionato) di Valerio Gigli permette il pareggio ed il sorpasso degli uomini di Biciuffi, che possono contare anche sulla superiorità numerica causata, allo scadere del primo tempo, dal rosso estratto all’autore del gol ospite. I due timbri di testa del numero 4 di casa, arrivati nel giro di cinque minuti a cavallo della metà della ripresa, consentono al Serralta di dimezzare lo svantaggio sul Caldarola al termine di una sfida alquanto emozionante, che termina 2-1 ma nella quale si ricordano anche un palo di Picirchiani ed altre, svariate occasioni da ambo le parti. Compie il suo dovere anche la Settempeda, che dopo cinque pareggi di fila espugna il campo del Pievebovigliana all’inglese, relegando, con un gol per tempo, i verdi di casa al penultimo posto in classifica e tornando al successo dopo due mesi. I sanseverinati ad andare a segno sono Montanari e Tiranti, giustizieri della “Pieve” anche nella passata stagione, sia nella regular season che nei playoff. Lotta serrata per la quarta e la quinta posizione, ultime due utili per l’accesso agli spareggi-promozione. L’ottimo pareggio dei Giovani Tolentino a Castelraimondo ed il ko interno del San Claudio tengono vivo qualsiasi discorso. La truppa di Mercanti, dopo dieci giri di lancette, si porta in vantaggio con una punizione magistrale di Botta che aggira la barriera. I castellani ristabiliscono la parità ad inizio secondo tempo con Sfrappini, su assist di Tapanelli: sarà lo score conclusivo della gara più bella di giornata, nella quale si esaltano i due estremi difensori Sciapichetti e Corvino. Quando il pareggio sembrava scritto (deviazione di testa Carradori su calcio d’angolo e pari dell’implacabile Giustozzi su rigore), il neo entrato dell’Urbisalviense Governatori firma in pieno recupero il 2-1 con un diagonale vincente, infliggendo la seconda sconfitta casalinga al San Claudio. Moretti purga il Sarnano (terza vittoria di fila per la Palombese, che guadagna una posizione); Ciocchetti, Di Pascale e Fondati della Belfortese, vittoriosa 3-1, affossano virtualmente lo Juve Club (a meno 8 dal penultimo posto, a segno Panunti); Bussolotto, Bettucci e Prosperi decidono lo scontro diretto Elfa-Amatori Corridonia che termina con il medesimo punteggio di 3-1 (per gli ospiti Petritoli su rigore). Nel girone G il Villa 2003 sogna ancora l’aggancio alla zona playoff (5 punti da recuperare in 3 partite) dopo la vittoria per 3-2 in casa della New Generation, mentre al Telusiano non basta bomber Giannoni: 2-4 interno con la Vigor S.Elpidio.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Valerio Gigli (Serralta). Scelta agevole quella del migliore della 27° giornata. Il centrocampista del Serralta, quantità e qualità al servizio della banda di Biciuffi, aspetta 26 turni di campionato per segnare e al 27° sfodera la doppietta nel momento cruciale della stagione. Il 2-1 al Muccia che proietta i sanseverinati a tre punti dalla Prima categoria è opera delle sue inzuccate. Decisive.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA:

1 – Sciapichetti (Giovani Tolentino)

2 – Di Pascale (Belfortese)

3 – Ottavi (Palombese)

4 – Tapanelli (Folgore Castelraimondo)

5 – Gigli V. (Serralta)

6 – Alessandrini (Aries Trodica)

7 – Prosperi (Elfa Tolentino)

8 – Botta (Giovani Tolentino)

9 – Barelli (Csi Recanati)

10 – Papasodaro (Casette Verdini)

11 – Giannoni (Telusiano)

Allenatore: Biciuffi (Serralta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X