Approvato il bilancio
Carancini: “La maggioranza
dovrebbe essere orgogliosa”

Spicca l’aumento del 23% della Tarsu. Il sindaco: "Protesta strumentalizzata per pubblicizzare una palestra"
- caricamento letture

 

blunno_carancini2_consiglio-300x209

L'assessore al bilancio Marco Blunno e il sindaco Romano Carancini

 

di Alessandra Pierini

Dopo sei lunghissime sedute che abbiamo dettagliatamente raccontato in queste due settimane, il Consiglio comunale ha votato il bilancio preventivo per l’anno 2011 con 24 voti a favore, non tutti troppo convinti della bontà del documento, e 14 contrari. È stato così approvato anche l’aumento del 23% della Tarsu e al termine della votazione Francesco Clerico del Comitato nato nell’ultima settimana proprio per chiedere la riduzione della Tarsu si è avvicinato al Sindaco Romano Carancini per spiegare le sue ragioni e chiedergli un formale incontro. Secca la risposta di Carancini: «Ho letto su facebook che regalate un mese di palestra e una t-shirt Robbys a chi vi porterà 54 firme. Non mi sembra un modo serio di raccogliere firme ma piuttosto il modo per promuovere un’attività. Tra l’altro le palestre con l’aumento pagheranno 2,49 euro al metro quadro mentre a Civitanova pagano 3,18 euro. Quindi saremo i più bassi anche con la percentuale di aumento». Clerico ha replicato chiedendo comunque un incontro per parlare di soluzioni reali e l’assessore Blunno è intervenuto dichiarando che ci possono essere delle soluzioni per le attività.

DSCN0928-300x224

Francesco Clerico

La seduta di questo pomeriggio si è aperta con la verifica del numero legale. Erano 18 i consiglieri di maggioranza presenti. La minoranza è rientrata in aula e i lavori sono ripresi regolarmente. E’ stato approvato l’emendamento che storna  20.000 euro destinati alla realizzazione di una pista ciclabile, in favore della realizzazione degli spogliatoi al Campo di Villa Potenza. Bocciati invece gli emendamenti del consigliere Fabio Massimo Conti (Lista Conti – Macerata Vince) che chiedevano la ristrutturazione degli spogliatoi dello stadio Helvia Recina, l’investimento nel progetto turismo, cultura e religiosità, l’aumento del contributo per le associazioni giovanili e la creazione di una biblioteca per bambini. Il consigliere  Conti primo firmatario ha commentato «Vergognoso che non sia passato neanche l’emendamento che propone una biblioteca per i bambini, dovremmo avere più attenzione per le future generazioni».
Le dichiarazioni di voto hanno ancora una volta evidenziato profonde difficoltà all’interno della maggioranza. Soffrono in particolare i consiglieri dell’Idv e dei Comunisti Italiani della Federazione per la Sinistra.

consiglio_comunale_18_gennaio_2011_17-300x199

Fabio Massimo Conti

Guido Garufi (Idv), amareggiato, ha parlato di scelta impotente: « Nella discussione del bilancio, il terzo incomodo sono gli uffici e il loro parere. Come si fa a dire di si a un emendamento, se l’ufficio mi dice di no. E’ un blocco che ho sofferto moltissimo. Con grande tristezza e impotenza, l’Idv vota questo bilancio che è una cosa molto più complessa di un inserire o di un escludere». Michele Lattanzi (Comunisti Italiani Federazione della Sinistra) ha fatto riferimento anche al panorama politico regionale e provinciale: «Va sottolineato che c’è un Pd che a livello regionale fa una scelta ben precisa, quella di rompere con la sinistra con cui ha governato per lungo tempo. E’ una scelta scellerata, spero sia momentanea ma non mi sembra. Questo bilancio è stato migliorato grazie agli emendamenti. Come consiglieri controlleremo con forza perché venga rispettato e il nostro controllo costante sarà più che una mozione».

consiglio_comunale_18_gennaio_2011_11-300x200

Michele Lattanzi

Critico l’intervento di Giorgio Ballesi dell’omonimo comitato: «Questo bilancio evidenzia la mancanza di progettualità e lo stato precario e comatoso della maggioranza. Le vere battaglie in ordine al bilancio le ho viste nella maggioranza che è stata in grado di spaccarsi su tutto, spesso anche questioni banali. L’atteggiamento è quello di chi lotta contro qualcuno o qualcosa. Non sarà il voto favorevole della maggioranza a nascondere l’elemento più preoccupante che è emerso in maniera evidente».
Narciso Ricotta (Pd) ha negato la spaccatura interna alla maggioranza:«Questo è un bilancio che cerca di far miracoli.. La nostra maggioranza non è spaccata ma fa confronto democratico. Va fatto un cammino in certo senso. Preciso al consigliere Lattanzi che non pensiamo di sostituire qualcuno ad altri ma di allargare questa maggioranza».

consiglio_comunale_12102010_09-300x291

Pierfrancesco Castiglioni

Il capogruppo dell’Udc Ivano Tacconi ha rigirato il dito nella piaga sottolineando: «Non mi sembra che gli interventi della vostra maggioranza indichino unione » e ha poi passato in rassegna le questioni lasciate irrisolte. Sulla stessa linea Pierfrancesco Castiglioni (Pdl): «In queste sedute ho visto  cose strane, emendamenti presentati dalla maggioranza e bocciati dagli stessi presentatori, sindaco costretto a votare degli emendamenti per i quali si era detto contrario. Questo bilancio sarà ricordato come quello che farà pagare una maggiore Tarsu ai cittadini.  Ci sono consiglieri che ammettono candidamente che voteranno questo bilancio per senso di responsabilità o perché non hanno scelta. Non possiamo fregare i maceratesi con il gioco delle tre carte. D’altra parte dopo mesi di discussione del bilancio, il dibattito continua da 6 sedute. Ancora una volta oggi abbiamo dovuto rimarcare la mancanza del numero legale. Chiedete al Cosmari una rateizzazione ma fate pagare al cittadino. Non possiamo che ripetere quanto abbiamo detto all’inizio su un bilancio aleatorio che non possiamo votare».
Anche il sindaco Romano Carancini ha parlato di una situazione di non perfetto allineamento della Giunta con la maggioranza: « Non sarò io a nascondere una situazione non ideale. Questa Giunta ha fatto un lavoro davvero incredibile facendo tagli strutturali di spesa. Il prossimo anno per chi sarà qui sarà ancora più difficile. Non voglio far segreto di un disallineamento tra maggioranza e giunta ma voglio dire alla mia maggioranza che deve essere orgogliosa perché questo è un vero bilancio di centro sinistra, serio, credibile e che dà una spinta alla città».

Ha concluso il giro di interventi Fabrizio Nascimbeni di Macerata è nel Cuore che ha protestato: «Se siamo nei primi posti per qualità della vita è di sicuro per senso civico dei cittadini e non sicuramente per merito di chi ci ha amministrato».
Il bilancio è stato votato favorevolmente dai 24 consiglieri della maggioranza. Hanno votato contro 14 consiglieri di opposizione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X