Rugby e hockey senza campo
“Sport dimenticati dal Comune”

Emendamenti dei consiglieri Conti e Guzzini per trovare una struttura alle due formazioni maceratesi
- caricamento letture
conti_guzzini_olivelli_cingolani

Fabio Massimo Conti, Marco Guzzini, Fabio Olivelli e Massimo Cingolani

 

di Lucia Paciaroni

Giocatori costretti ad “emigrare” in altre città per disputare le partite casalinghe. E’ questa la realtà delle squadre maceratesi di rugby e hockey sul prato.  In questi giorni la questione, sollevata con la presentazione di due emendamenti dei consiglieri comunali Fabio Massimo Conti (Lista Conti – Macerata vince) e Marco Guzzini (Pdl), dovrebbe essere discussa in consiglio comunale.

“Da ieri è in discussione il bilancio – spiega Conti – Non c’è nemmeno una parola per questi sport”. E sulla situazione della società sportiva Amatori rugby Macerata, nata sei anni fa e che conta già un centinaio di iscritti, dice: “La situazione è insostenibile visto che si allenano nell’antistadio dell’Helvia Recina e i ragazzi Under 14 e Under 16 giocano le partite casalinghe a Osimo. Non ci facciamo certo una bella figura”.

“Il campo dove ci alleniamo è un prato senza forma e scosceso – sottolinea Fabio Olivelli, dirigente e giocatore dell’A.R.M. – E’ doveroso da parte dell’amministrazione intervenire, visto che è già da tempo che promette di fare qualcosa”.

Rugby-1-300x200

Una partita degli Amatori Rugby Macerata

“Nel bilancio abbiamo individuato la somma di 100 mila euro sotto la voce manutenzione straordinaria degli impianti sportivi, da cui si potrebbero attingere 50 mila euro per realizzare il campo da rugby ad uso esclusivo della squadra – aggiunge Conti – Inoltre, avremmo anche individuato il luogo, ossia il campo di Collevario, quello retrostante al prato che si vede dalla strada”. Il problema si fa ancora più serio vedendo nel bilancio 400 mila euro stanziati per il campo principale di Collevario, dove attualmente gioca la prima squadra della A.R.M. : “Una volta messo il sintetico, noi abbiamo finito di giocare, rimaniamo senza strutture” afferma Olivelli.

Conti chiarisce anche il motivo per il quale non andrebbe bene il campo di Villa Potenza, indicato dall’amministrazione comunale: “E’ dove gioca la squadra Helvia Recina, che quest’anno potrebbe vincere il campionato e passare in Prima categoria. A questo punto sarà costretta a cambiare campo, ma nel caso in cui dovesse retrocedere e tornare nel vecchio, siamo al punto di partenza. Per questo riteniamo sia meglio per la squadra di rugby l’antistadio di Collevario senza interferenze con altre società”.

Hockey-Macerata

La formazione dell'Hockey Macerata

La situazione non migliora per i giocatori di hockey sul prato che disputano le partite a Mogliano, come sottolinea Guzzini: “Tenendo conto dei 400 mila euro investiti per Collevario, cerchiamo di sfruttare questo investimento anche per altre realtà che negli anni hanno subito molte disavventure, come hockey sul prato. Per questo sport, il sintetico è ideale, quindi si potrebbe pensare di fare a Collevario una struttura polivalente. L’assessore Canesin fa bene a guardare ai grandi eventi, come la Tirreno – Adriatico, ma tutelare lo sport vuol dire essere vicini anche alle piccole realtà locali”.

“Un capoluogo di Provincia dovrebbe avere strutture sportive adeguate – aggiungono Olivelli e Massimo Cingolani della Amatori rugby Macerata – Non potendo offrire niente, perdiamo molti giocatori per strada”.

Rugby-Macerata

Gli Amatori Rugby Macerata



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X