Fede trascina la capolista Matelica
L’Aurora Treia esce sconfitta a testa alta

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN PRIMA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il bomber del Matelica Francesco Fede

di Enrico Scoppa

 

La regina Matelica si conferma tale, allunga a più tre nei confronti dell’accoppiata composta dal Fiuminata e l’ex capolista Montelupone fermata in casa dal Santa Maria Apparente. Vittoria preziosa, che regala un sapore gradevolissimo ad un Matelica che vede sempre più da vicino il ritorno nel campionato di Promozione. Onore e merito all’Aurora Treia caduta in piedi al termine di novanta minuti veri nel corso dei quali nessuno si è tirato indietro ed allora perché non dire che questa Aurora non ha finito di stupire e chi vorrà scalare il monte dovrà fare i conti con i ragazzi di Massimiliano Paolucci? Grande partita, pubblico delle grandi occasioni da far invidia a piazze che militano nel campionato di serie D e Lega Pro. Eccellente il direttore di gara, l’ascolano Amadio. La partita sin dalle prime battute non risparmia emozioni. Al 2’ Dolce fa prove di tiro, pallone respinto dalla difesa ospite, Fede lo riconquista, prova la conclusione, pallone sul fondo. Il vantaggio che scatena l’entusiasmo della squadra di casa arriva prestissimo. Correva l’undicesimo minuto di gioco quando Zuccaro lanciava Adili sulla corsia di destra, il giocatore biancorosso evitava un paio di avversari prima di mettere la sfera nel cuore dell’area di rigore, stacca in modo perentorio  Fede e pallone in rete. La replica dell’Aurora è immediata. Si riparte con Menghini, il quale avanza palla al piede, la difesa di casa lo chiude prima che sia troppo tardi spedendo il pallone in calcio d’angolo. Dalla bandierina di sinistra calcia Di Francesco, parabola velenosa, Verdicchio nel cuore dell’area matelicese impatta di testa e mette in rete: è l’uno a uno. Con l’uno a uno nel primo quarto d’ora della contesa le due squadre cercano di non concedersi più nulla. Potrebbe raddoppiare il Matelica prima del riposo, 42’, con Dolce che prova per vie centrali cercando Fede il quale prova con un tiro complicatissimo, pallone che incoccia il palo alla destra del portiere Piergiacomi. La seconda parte della contesa registra nelle battute inziali, 50’, un assist di Sparvoli per Fede, il bomber appostato al centro dell’area colpisce di testa, Piergiacomi con un colpo di reni mette la sfera in calcio d’angolo. Commette fallo Rossi, 57’, nei confronti Di Francesco, Menghini dal limite calcia la punizione e Marsili para con sicurezza. Matelica in vantaggio al 73’. Tutto nasce sull’asse Ruggeri-Zuccaro il quale s’invola sulla corsia di destra, giunto sulla tre quarti scorge Fede in area il quale nonostante sia guardato a vista riesce di testa a mettere in rete. Esplo-de  la gioia della tifoseria matelicese. Il generoso quanto bravo Menghini, 79’  pesca Gentiletti in posizione favorevole per la conclusione, Carbone è bravo nell’evitare  guai visto che con la punta dello scarpino gli mette il pallone in fallo laterale. Finale da grandi, le due squadre cercano il gol, lo potrebbe trovare il Matelica sull’asse Ruggeri-Bruffa ma quest’ultimo lo manca di un niente. Finisce con il successo del Matelica per 2-1.

 

il tabellino:

MATELICA: Marsili, Adili, Sparvoli, Carbone, Rossi, Palombi, Dolce, Zuccaro, Fede, Ruggeri, Bruffa. A disp.:Suleymani, Santucci, Resuli, Vanità, Ilari, Magnatti,Buldorini All.: Francesco Palombi.

AURORA TREIA: Piergiacomi, Verdicchio, Cervigni, Carnevali, Ramaccini (82’ Bartoloni), Tartari, Diego Fraticelli (70’ Francucci), Menghini, Stefano Fraticelli (74’ Spurio), Di Francesco, Gentiletti. A disp.: Compagnoni, Santalucia, Buresta, Burghiani. All. Massimiliano Paoloni.

ARBITRO: Amadio di Ascoli Piceno.

RETI: 11’ e  73’ Fede, 12’ Verdicchio

NOTE – Spettatori 500 circa. Ammoniti: Rossi, Zuccaro, Tartari, Gentiletti. Angoli: 5-4. Tempi di recupero: 0’+4’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X