Sero Group sconfitta 3-1 a Lucrezia
Persa la vetta del girone playout

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
serogroup2010_11-300x167

La formazione della Sero Group Montalbano al completo

La trasferta in terra pesarese sporca l’ottimo ruolino di marcia tenuto finora, la Sero Group esce sconfitta 3-1 dal campo di Lucrezia e in un sol colpo si vede rispedita al terzo posto della classifica del girone di play out, lasciando la vetta alla stessa Lucrezia. La gara che chiude il girone di andata, somiglia molto ad una grande occasione gettata al vento per i maceratesi: ad un passo dal portarsi sul 2-0 nel conto set, la Sero si è fatta rimontare e poi battere lottando duramente, ma non riuscendo a fare la differenza nei momenti decisivi. La classifica viene completamente stravolta nel giro di una settimana. L’approccio al match era stato comunque buono, perché per buona parte del primo set era stata la formazione della Montalbano volley a dettare il ritmo, con buoni turni di battuta ed una buona distribuzione dell’attacco, capace a sua volta di passare alternando le varie soluzioni. I locali, dal canto loro, pur giocando in modo attento e cercando di limitare gli errori non riuscivano ad essere altrettanto incisivi in tutte le zone del campo, tranne l’attacco da posto 3. I maceratesi, però, dal secondo set in avanti non sono più riusciti a gestire la partita con la dovuta freddezza, precipitando nel loro rendimento in attacco e battuta e incartandosi in alcune grossolane imprecisioni su palle facili da rigiocare che sono diventati automaticamente punti per gli avversari. Tutto questo non ha fatto altro che aumentare la fiducia dei locali, che hanno trovato una continuità che ha permesso loro di ribaltare la gara. Così, dal 21-17 per la Sero nel secondo parziale si è arrivati ad un 25-23 per Lucrezia che da lì in avanti ha saputo sfruttare al meglio le situazioni favorevoli. Il match, infatti, pur proseguendo in maniera abbastanza equilibrata, non ha visto una Sero brillante come nelle ultime uscite, in difficoltà nel mettere palla a terra e gravata di errori al servizio nei momenti chiave. L’Apav ha invece funzionato a meraviglia per quanto riguarda la correlazione muro-difesa e ricostruzione su attacco ed ha così potuto giovare anche della giornata no dei bianco verdi. Terzo e quarto set si sono così succeduti senza soluzione di continuità, con un nervosismo latente che si è sempre più impossessato della formazione maceratese e l’ultimo parziale sfumato ai vantaggi che non fa che aumentare l’amarezza per una gara che la Sero immaginava potesse chiudersi diversamente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X