Il tie break sorride alla Lube
Biancorossi corsari a Piacenza

VOLLEY A1 - Consolidato il terzo posto, salgono a sei le lunghezze di vantaggio sulla Sisley
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Savani-contro-Piacenza

Un attacco vincente di Cristian Savani contro Piacenza

 

La Lube Banca Marche rialza la testa in campionato riscattando la sconfitta di mercoledì con Modena espugnando il Pala Banca di Piacenza al tie break (il nono stagionale in campionato), ma non mancano i rammarichi per i biancorossi, che avanti due set a zero hanno avuto un match-ball nel terzo set, e si sono fatti poi trascinare dai padroni di casa fino al quinto. Maceratesi con Facu Conte nel sestetto titolare al posto di Martino, che in settimana ha accusato nuovamente qualche fastidio fisico (per lui una breve apparizione in campo nel primo e nel terzo set), ed il martello argentino è stato grande protagonista nei parziali vinti dalla squadra di Berruto (20 punti, 54% in attacco, 5 muri e 2 ace), che presenta anche un Omrcen a tratti inarrestabile (25 palloni messi a terra), ed un Savani stratosferico al servizio (8 ace, decisivi per la fuga biancorossa i tre firmati nel secondo parziale) come in attacco (27 punti totali, con il 50% in attacco), tanto da meritarsi il titolo finale di Mvp. E la vittoria vale davvero oro per la classifica, dato che i due punti conquistati servono per approfittare del passo falso interno di Treviso, allungando a sei i punti di vantaggio sul quarto posto. Ora ci si può concentrare serenamente sull’importantissima settimana europea: mercoledì alle 20.30 la Lube Banca Marche ospiterà al Fontescodella l’Arkas Izmir per l’andata della finale di Challenge Cup, il ritorno in Turchia domenica prossima.

La cronaca
1° SET – Biancorossi in campo con Vermiglio-Omrcen, Podrascanin-Stankovic, Conte-Savani, Paparoni libero. I padroni di casa si schierano invece Gonzalez-Nilsson, Tencati-Holt, Zlatanov-Benito, libero Marra. Piacenza riporta la situazione in equilibrio con Nilsson sul 21-21, quindi firma ancora il sorpasso murando Savani con Tencati (22-21). Berruto lo richiama in panca inserendo Martino. Conte si fa apprezzare per un gran difesa che evita il break piacentino, Omrcen mette a terra due strepitosi contrattacchi di fila che regalano ai biancorossi il set point (24-22, 8 punti per il croato che chiude col 50% in attacco). Nilsson mura Martino annullando il primo, poi regala il parziale alla Lube sbagliando la battuta.

2° SET – Torna in campo Savani nella Lube, avanti 7-5 in avvio con due muro consecutivi, il primo di Podrascanin ed il successivo di Conte. Continua a creare grandi problemi alla ricezione di casa Savani, Conte ne approfitta firmando il 17-12, il 18-12 arriva invece con un’altra battuta vincente del giocatore della Lube. Lorenzetti prova ad attingere dalla panchina per scuotere i suoi, ma la Lube Banca Marche è ormai imprendibile. Finisce addirittura 25-15, con l’ultimo punto siglato da Facu Conte, grande protagonista tra i biancorossi (per lui 6 punti con l’83% in attacco, 6 punti a testa anche per Savani e Omrcen.

3° SET –Vermiglio evita con una magia il +3 dei padroni di casa (gran difesa del palleggiatore, muro vincente di Savani), altrettanto da applausi il contrattacco di Conte (rientrato subito in campo) che scrive il 22-22. Stankovic mura Nilsson per il 23-22, il match ball arriva con un errore al servizio di Zlatanov (24-22). Annullato dalla Copra, che sfrutta un malinteso Vermiglio-Conte per conquistare a sua volta il set ball sul 25-24 (dentro Martino per Savani in seconda linea). Il 25-25 arriva con un’invasione di Holt, i biancorossi regalano un altro set ball ai piacentini con un errore al servizio (25-26). Finisce 27-25 dopo un errore di Omrcen, la Copra riapre la gara.

4° SET – Piacenza avanti 16-13 alla seconda sosta tecnica, 17-13 dopo il contrattacco vincente di Zlatanov che arriva subito dopo il rientro in campo. Sul 18-14 Berruto cambia Podrascanin con Vadeleux, è soprattutto Omrcen a tenere a galla i biancorossi, che devono però rimontare tre lunghezze di svantaggio. Il croato firma il 17-20, Savani il -1 con altre due battute vincenti su Marra (19-20). La Copra riesce a tenere il cambio palla appoggiandosi su Zlatanov, suo il difficile mani out vincente del 23-21, così come l’attacco del 24-22. Finisce 25-23 per la Copra, dopo un errore al servizio di Vadeleux.

5° SET – L’ace di Savani segna il primo break sul 3-1, a quota 5 arriva la parità con una ricezione difficoltosa di Podrascanin che sorprende l’intera seconda linea maceratese. Conte firma il 7-6 con una battuta vincente, al cambio avanti è comunque la Copra a condurre, 8-7, dopo un muro di Holt su Savani. Podrascanin firma un ace portando la Lube sul 9-8, dopo il time out di Lorenzetti il centrale serbo si ripete con la battuta vincente del +2, quindi il contrattacco di Omrcen che vale l’11-8. Savani mette a terra la palla del 13-9, chiude Omrcen sul 15-12.

Il tabellino:

COPRA MORPHO PIACENZA: Popp 2, Semenzato, Marra (L), Gonzalez 7, Benito 14, Perazzolo n.e., Nilsson 12, Massari, Zlatanov 17, Holt 9, Tencati 10, Boschi n.e.. All. Lorenzetti.

LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Savani 27, Paparoni (L), Vermiglio, Marchiani, Conte 20, Stankovic 8, Martino, Vadeleux, Van Walle n.e., Cacchiarelli (L), Omrcen 25, Podrascanin 10. All. Berruto.

ARBITRI: Padoan (VE) – Boris (PV).

PARZIALI: 23-25 (31’), 15-25 (25’), 27-25 (33’), 25-23 (31’), 12-15 (17’).

NOTE: Spettatori 3339, incasso 16877 euro. Copra bs 16, ace 3, muri 16, errori 24, ricezione 48% (26% prf), attacco 45%. Lube bs 19, ace 13, muri 11, errori 32, ricezione 38% (21% prf), attacco 51%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X