La Lube espugna Patrasso,
la finale di Challenge Cup è vicina

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il centrale della Lube Marko Podrascanin

Continua inarrestabile la marcia della Lube in Europa. A Patrasso, in Grecia, nell’andata della semifinale della GM Capital Challenge Cup i biancorossi si impongono sui locali dell’EA Patron Lux per 3-1, conquistando dunque la nona vittoria consecutiva nella manifestazione continentale, che in questo caso vale anche una buona fetta dell’ambita finale. Per conquistarla definitivamente, i ragazzi di Berruto dovranno comunque vincere (con qualunque punteggio) anche la gara di ritorno, che si giocherà al Palasport Fontescodella di Macerata domenica prossima, con inizio alle ore 18.00 (già iniziata la prevendita, non sono validi gli abbonamenti). Primo set a parte, la gara è stata pressoché dominata dai maceratesi, presentatesi all’appuntamento senza il centrale francese Romain Vadeleux, che si è infortunato al pollice della mano destra nell’ultima sfida di campionato con Latina. Berruto ha confermato il sestetto di domenica scorsa con Matteo Martino titolare, e nel primo set sono proprio tre battute vincenti del martello di Alessandria a lanciare i maceratesi in fuga, sul 21-17. Sembra un buon margine di vantaggio, eppure i greci riescono a riacciuffare la parità a quota 23, sfoderando buone difese e successive rigiocate che sfruttano al massimo il momento di appannamento denunciato in attacco dai cucinieri che alla fine si arrendono ai vantaggi (25-27 con un contrattacco vincente dopo una difesa sulla pipe di Savani), nonostante nello scout facciano registrare ben quattro ace e tre muri vincenti. Nel secondo parziale capitan Omrcen e compagni giocano invece sul velluto, appoggiandosi soprattutto sulla grande efficacia del muro (sei vincenti, due a testa per i centrali). Prendono il largo sin dall’avvio (11-6), e dopo il secondo time out tecnico conquistano il massimo vantaggio sul 17-10 (poi 20-13), sfoderando una buona efficacia in attacco (54%) e chiudendo sul 25-22 con un primo tempo di Podrascanin, che metterà nel suo personale score conclusivo 4 muri vincenti ed il 67% di efficacia in attacco. Nel finale di set in campo Lampariello al posto di Martino, ed il martello italo-brasiliano, che resterà in campo fino alla fine, è gran protagonista con il servizio in avvio di terzo set, quando la Lube Banca Marche riesce nello spazio di pochissimi minuti a mettere in cassaforte la vittoria. La battuta dell’ex giocatore di Pineto fa malissimo alla ricezione greca, costretta più volte a giocare palle scontate agevolando il lavoro del muro-difesa Lube. I biancorossi volano addirittura sul 9-1 e per guadagnare il vantaggio di due a set a uno devono semplicemente amministrare il cambio palla, sempre puntuale con Vermiglio che sostenuto da una buona ricezione può giostrare a suo piacimento ogni attaccante a disposizione. Il 25-15 finale è fissato da un gran muro di Stankovic sul centrale avversario (per lui nel complesso sei blocchi vincenti con il 67% in attacco), l’ultimo pallone del quarto parziale (fotocopia del precedente), che vale il definitivo 3-1, lo mette invece a terra Lampariello con una ricezione lunga che inganna gli avversari grazie ad una spettacolare finta di Vermiglio. Top scorer della partita Igor Omrcen con 24 punti (6 muri), segue Savani a quota 19.

La truppa biancorossa rientrerà a Macerata nel pomeriggio odierno. Da sottolineare che nell’andata dell’altra semifinale in programma la squadra austriaca del Posojilnica Aich/Dob ha battuto a sorpresa la quotatissima Arkas di Izmir (Turchia) al tie break.

EA PATRON LUX: Mantekas 6, Ferreira Da Silva 16, Makrygiannis n.e., Soultanopoulos 11, Stefanou (L1), Kournetas 1, Pedro 15, Aspiotis n.e., Siqueira 6, Petousis (L2), Patrinos n.e., Papadopoulos. All. Christopoulos.

LUBE BANCA MARCHE: Lampariello 2, Savani 19, Paparoni (L), Vermiglio 1, Marchiani n.e., Conte n.e., Stankovic 15, Martino 7, Van Walle n.e., Cacchiarelli n.e., Omrcen 24, Podrascanin 18. All. Berruto.

ARBITRI: Kolarevic (SRB) – Nastase (ROU).

PARZIALI: 27-25 (28’), 18-25 (22’), 15-25 (21’), 15-25 (23’).

NOTE: EA Patron bs 6, ace 2, muri 9, errori 4, ricezione 41% (17%prf), attacco 43%. Lube bs 12, ace 12, muri 18, errori 7, ricezione 53% (26%prf), attacco 53%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X