Lube, liquidata la pratica Maccabi
ma scoppia il caso Martino

CHALLENGE CUP - Al Fontescodella finisce 3-0 per i biancorossi. Lite tra lo schiacciatore e coach Berruto
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Lube-Maccabi-1-300x204

I giocatori della Lube si abbracciano dopo un punto realizzato

di Andrea Busiello

La Lube fa il suo dovere in pieno e batte 3-0 la formazione del Maccabi (25-19, 25-17, 25-20) nell’andata degli Ottavi di finale della Challenge Cup andata in scena al Fontescodella. Partita mai in discussione con i biancorossi che hanno avuto anche l’opportunità di fare un ampio turn over nel corso della contesa. A tenere banco è però la clamorosa lite tra coach Mauro Berruto e Matteo Martino. Alla fine del primo set coach Berruto con aria decisamente arrabbiata si dirige verso il ds Stefano Recine, appostato a due passi dalla nostra postazione, e gli dice: “A fine partita io, te ed il numero 10 (Matteo Martino) dobbiamo parlare”. Dall’inizio del secondo parziale lo schiacciatore di Alessandria rimane in panchina ed al suo posto gioca Lampariello, misteriosa la lite che ha portato il coach a questa decisione. A fine gara, nell’intervista rilasciata all’emittente Radio Cuore, Berruto è stato lapidario: “Non mi interessa del risultato della partita, sono molto arrabbiato con un giocatore della mia squadra”. Chiaro il riferimento a Martino, dopo questa breve dichiarazione lo stesso Berruto scuro in volto ha subito abbandonato il microfono senza parlare della gara sotto l’aspetto tecnico.

Lube-Maccabi-2-300x199

Un attacco di Matteo Martino, uscito dopo la lite con il coach Mauro Berruto

La cronaca. Nel primo set c’è poca storia sin dall’avvio e così la Lube (senza Conte ai box per un problema alla caviglia) va sull’8-5 con Savani prima che Vermiglio firma il punto dell’11-6; l’ace di Sokolov regala il -1 agli israeliani (14-13), prima che Omrcen scavi l’allungo decisivo (16-13 e muro del 19-15). Il set finisce 25-19 con l’errore in battuta di Sokolov per gli ospiti. Anche nel secondo set, come da pronostico, c’è poca partita. Lube superiore in tutti i fondamentali. Lampariello realizza l’8-5 mentre l’ace di Omrcen fissa il punteggio sul 15-10, la Lube non rischia praticamente mai e chiude il set 25-18 con il punto di Van Walle. Macerata avanti 2-0 in scioltezza. Terzo set che è identico ai primi due e la Lube domina sin dall’avvio: Podrascanin realizza l’8-4, l’ace di Vermiglio vale il 13-8. La Lube inserisce Van Walle e Vadeleux per Omrcen e Stankovic ma in campo la differenza è netta: al secondo time out tecnico si va sul 16-15 con l’ultimo punto di Van Walle. Nel finale la Lube allunga e chiude 3-0 con l’ultimo set vinto a 20 con l’ultimo punto di Van Walle. Partita mai in discussione, mercoledì prossimo in Israele la gara di ritorno degli Ottavi della Challenge Cup.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X