Scoperta maxi evasione fiscale
con mente operativa a Civitanova

Operazione della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno e Porto San Giorgio
- caricamento letture

guardia-di-finanza

Avrebbe la “mente” a Civitanova Marche un giro di violazioni all’Iva e fatture false scoperto dalla Guardia di Finanza di Ascoli Piceno e Porto San Giorgio. Le Fiamme Gialle hanno scoperto una maxi evasione fiscale da 57 milioni di euro, in cui sono coinvolte 110 imprese di otto regioni. L’indagine per associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta e alle frodi fiscali ruota attorno ad uno studio professionale di consulenza fiscale con sede a Civitanova che avrebbe aiutato decine di imprenditori, soprattutto del settore calzaturiero, a evadere le tasse, a emettere fatture da migliaia di euro per operazioni inesistenti e a occultare o distruggere documenti contabili.

Sotto accusa ci sono 59 persone, 32 delle quali dovranno rispondere di reati penali: associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta e frodi fiscali. Fra le persone sotto inchiesta ci sono due consulenti finanziari di Civitanova, L.E. di 53 anni e F.E di 43 anni e M.J., 37 anni, impiegato di Porto Potenza Picena. Fra i 59 indagati, 18 si sono visti contestare l’associazione per delinquere e tre la bancarotta fraudolenta, mentre cinque ‘consulenti’ dovranno rispondere di esercizio abusivo dell’attività di mediatore creditizio, e quattro di falsa perizia o interpretazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X