Civita Park, manca la perizia

La denuncia di Sergio Cognini del Pd
- caricamento letture

civitaparkCM1

di Laura Boccanera

Ritorno dalle ferie turbolento in Comune, a far parlare è ancora il caso Civita Park, il consorzio di aziende che costruirà il complesso fieristico e commerciale nell’area tecnico distributivo a due passi dall’uscita della superstrada. Dopo la delibera di giugno che impegnava una commissione di tecnici nella valutazione dei reali costi di costruzione per l’impresa nessuna perizia è stata depositata: <<Il termine perentorio di 60 giorni per la presentazione della perizia sulla Civita park è scaduto il 13 agosto ed in giro non c’è traccia di alcun tipo di documentazione>>. La denuncia arriva da Sergio Cognigni del Pd: secondo la delibera del 14 giugno infatti la giunta impegna una commissione tecnica composta dai responsabili del settore urbanistica Maurizio Scarpecci, lavori pubblici Franco Capozucca ed edilizia Roberto Giannoni di ricostruire in modo corretto ed equo i costi di edificazione del complesso da realizzarsi nei pressi dell’uscita autostradale.

civitaparkCM2-300x225

Sulla base dei costi di produzione infatti si calcolano gli oneri di urbanizzazione e “le entrate” destinate alla collettività in cambio della cessione di suolo pubblico <<Ma della perizia non c’è traccia – continua Cognigni – ho depositato anche una richiesta ufficiale il 16 agosto a cui però non è stato dato seguito. La perizia della commissione tecnica doveva stabilire se i costi di costruzioni indicati dalla Civita Park in 15 milioni e 600 mila euro erano corretti, ma la vicenda è caduta nel dimenticatoio, non è la prima volta che succede che l’amministrazione stipuli convenzioni con accordi che non vengono rispettati o che rinnovi contratti in modo anomalo. La Civitapark ormai ha in mano il permesso a costruire e anche se la commissione tecnica dovesse partorire qualcosa in questi giorni temo che ormai sia inutile. E’ un pasticcio rilevante per la città. Solo due sono ora le ipotesi percorribili: o la politica prende il toro per le corna e nomina una terza perizia giurata reale o se si ostina a sostenere un percorso anomalo e forse anche illegittimo dovrà assumersene tutte le responsabilità del caso>>.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =