World League, Lube felice
Il trio serbo immenso

Va fuori l'Italia. Perchè Savani in panchina?
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Busiello

Saranno Brasile-Cuba e Serbia-Russia le semifinali della World League in programma a Cordoba in Argentina, nella nottata italiana. Partiamo dalle note dolenti per i colori biancorossi della Lube. L’Italia esce malamente dalla competizione dopo il 3-0 subito contro i caraibici cubani che hanno denotato una qualità fuori dal comune; male Vermiglio, inspiegabilmente non utilizzato Savani (nella foto). Il neo acquisto Lube ha chiuso il suo score con un punto, frutto dell’unico attacco sferrato nella gara. A posteriori, la scelta di tenerlo fuori dal sestetto titolare si è rivelata sbagliata. Mentre le note piacevoli arrivano tutte dalla sfida della notte tra Argentina e Serbia dove Starovic e soci hanno vinto 3-0. Sembrava quasi di vedere un test dove in campo c’era una sola squadra di club: la Lube Macerata. Conte miglior marcatore della truppa di casa con 10 punti finali. Ma, a meritare un 8 in pagella è stato il devastante trio Starovic, Podrascanin e Stankovic. L’asso serbo Sasha Starovic ha denotato ancora grandi capacità in attacco, mettendo giù palloni da qualsiasi posizione, anche i più difficili. Con il suo servizio potentissimo ha fatto il resto: morale della favola, ha chiuso come top scorer del match con 15 punti realizzati. Doppia cifra (11) anche per Stankovic che in coppia con Podrascanin (9) ha trascinato la Serbia in attacco. Con ricezione pulita il palleggiatore serbo si è spesso affidato al duo biancorosso ed i risultati sono stati devastanti. In tempi non sospetti era stato detto che i due insieme formano la miglior coppia del mondo per una squadra di club, ed in effetti gli indizi raccolti gara dopo gara non sembrano discostarsi troppo da questa disamina. Peccato per l’Italia che saluta la competizione, a questo punto l’occhio dei tifosi biancorossi è tutto per la Serbia e chissà che giocando su questi livelli non possano anche superare la corazzata Russia. Da questa World League, però, è già stato scritto il nome del vincitore: la Lube.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X