“Discorsi su Mario Crucianelli”
per l’identikit del politico ideale

La figura del noto architetto sarà ricordata venerdì in un convegno
- caricamento letture
crucianelli-m.

Mario Crucianelli

 

di Alessandra Pierini

Macerata sente la mancanza di Mario Crucianelli. A due anni dalla scomparsa, il 23 giugno 2008, gli amici ma anche i compagni di partito e gli avversari politici ne ricordano vivamente la figura e le caratteristiche. Il convegno “Discorsi su Mario Crucianelli” che, organizzato da “La Destra”,  si svolgerà venerdì 25 giugno alle ore 17,45 presso la Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti, in quella Specola per il cui restauro il noto architetto si è speso con tutte le sue forze, non ha lo scopo di ricordarlo ma piuttosto quello di omaggiarlo, come sottolineato questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione.  “E’ un atto dovuto da La Destra e dalla città di Macerata ad un uomo eclettico che ha spaziato su più fronti, ad un politico e ad un intellettuale stimato da più parti, sarà un ritratto veritiero dell’uomo” ha detto  Pierpaolo Simonelli Paccacerqua, organizzatore del convegno ed amico di Mario Crucianelli.

“Questo convegno – ha aggiunto Evio Hermas Ercoli, moderatore dell’incontro – guarda al futuro più di quanto si possa pensare. Nella certezza che Crucianelli manca, l’obiettivo è chiarire l’identikit del politico che vorremmo. Onestà intellettuale, concretezza, non faziosità, trasversalità sono doti che aveva Mario e che i politici dovrebbero ritrovare, sono il sale di battaglie civili che oggi non è più possibile fare.”

crucia

Pierpaolo Simonelli e Masino Ercoli durante la conferenza stampa di presentazione

Di Mario Crucianelli parleranno nel corso del convegno gli ex sindaci Carlo Ballesi, Carlo Cingolani, Gian Mario Maulo e Giorgio Meschini, l’attuale Sindaco del Comune di Macerata Romano Carancini, Giulio Conti, Silvano Iommi, Thamel Marini, Mauro Montali, Mauro Nocelli, Alessandro Savi, Ivano Tacconi e Franco Gazzani, il Presidente della Fondazione Carima di cui Crucianelli fu socio sin dalla nascita. “Sono stati invitati tutti coloro che hanno avuto con Mario un rapporto umano, oltre che politico. Sono rappresentati diversi schieramenti politici e si prevede un incontro scoppiettante” ci dice Simonelli Paccacerqua. “Se si riuscirà ad uscire dalla retorica” gli fa eco Ercoli.
“Mario Crucianelli – va avanti Simonelli Paccacerqua – è stato 20 anni consigliere dell’Msi, poi al mio fianco nella Destra di Popolo. Più volte si è candidato al Senato e ultimamente aveva aderito a La Destra di cui è stato Presidente onorario sino alla scomparsa. Uomo della città è stato uno degli ultimi grandi maceratesi e ha dato il suo apporto alla vita politica e sociale. Diceva che il sindaco ideale è quello che fa funzionare tutto alla perfezioe tanto che il cittadino neanche si accorge della sua presenza.”
Conclude il ritratto Evio Hermas Ercoli: “Mario era molto elegante, un dandy, indimenticabile il suo smoking bianco, indossato durante un’opera allo Sferisterio. Era un laico, non anticlericale, da consigliere non ha mai fatto mancare il suo voto al bene della città, indipendentemente dagli schieramenti politici.”
Aneddoti, dettagli ed episodi saranno svelati da quanti hanno avuto con lui un rapporto, umano prima di tutto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X