Mister Ricci pronto alla prossima avventura:
“Il futuro? Al momento aspetto”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

ricci

di Andrea Busiello

Preparato e valido tecnico maceratese, Lauro Ricci (nella foto) è pronto per la prossima avventura. Dopo aver passato due anni ad allenare la juniores della Vis Macerata, ora lui stesso, ci racconta come sta aspettando prima di potersi buttare nella prossima avventura calcistica. Con lui abbiamo discusso della qualità dei giovani nella nostra provincia e c’è stato modo anche di punzecchiare qualche addetto ai lavori che, a detta di mister Ricci, mette in campo falsità, ipocrisia e gelosia che tanto fanno male a questo sport ma che, inevitabilmente, si è sempre costretti a combattere.

Mister Ricci, lei che è un esperto di calcio giovanile, quali giovani segnala che potrebbero fare il salto?

“Di future promesse, nei nostri vivai maceratesi, ce ne sono e di qualità; basta crederci e lavorare per lo scopo. Non mi piace fare dei nomi, perchè potrei escludere a priori dei ragazzi che hanno delle potenzialità ancora inespresse. Mi preme sottolineare degli eventi avvenuti in questa stagione. Torneo Velox Allievi: vincitrice Recanatese. Torneo Carlini-Orselli: Cat. Juniores, finalissima Ascoli -Vis Macerata; fasi naz. Allievi Regionali Fulgor Maceratese; Campionato Reg. Allievi: Fulgor Maceratese a seguire Tolentino; Giovanissimi Reg: Robur. Campionato Juniores Regionale: Fulgor Maceratese con Tolentino e Vis Macerata sul podio”.

Dei due anni trascorsi alla Vis Macerata che cosa si porta con sè?
“L’entusiasmo, l’allegria, il coraggio e l’umiltà che mi hanno saputo trasmettere i miei giocatori. La voglia di migliorarsi, la disponibilità che hanno avuto ad impegnarsi per raggiungere traguardi che prima si sognavano di arrivare. Da parte mia credo che i ragazzi abbiano capito che cosa significa essere “intelligenti per il gruppo” e lavorare per il gruppo. Vedi, permettetemi di dire che un mister è bravo quando riesce ad immedesimarsi nella categoria e l’età dei ragazzi che va ad allenare, ad essere uno di loro, sentirsi partecipe, compagno, amico e saper usare bastone e carota quando necessario. Solo così si possono ottenere risultati positivi e la Vis, in questi 2 anni li ha ottenuti”.

Ora che è libero sul mercato cosa le piacerebbe allenare la prossima stagione?
“Aspetto che finisce il mondiale poi vedo (in maniera ironica narra il mister). Ora mi godo le vacanze con la mia famiglia per il resto studio, mi aggiorno, valuto, vedo e poi decido. Ho la fortuna di avere il patentino che mi dà la possibilità di allenare dalla Serie D alla Scuola Calcio e quindi…”.

Mister, cosa non le piace di questo mondo del calcio?
“La falsità, la gelosia e l’ipocrisia tra noi addetti ai lavori. Penso che su questo dobbiamo migliorare e i giovani in ciò sono i nostri maestri”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X