L’Italia fatica con il Paraguay
De Rossi firma l’1 a 1 finale

SPECIALE MONDIALI - Le pagelle degli azzurri
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

de-rossi-italia

L’Italia pareggia l’esordio mondiale col Paraguay 1-1. Sudamericani in vantaggio al 38′ del primo tempo con Alcaraz. Il gol viene su una punizione dalla tre quarti deviato in rete di testa dal giocatore sudamericano che anticipa De Rossi. E’ lo stesso De Rossi che pareggia al 63′ su cross dalla sinistra e incertezza di Villar. All’83’ lo stesso Villar salva su tiro dal limite di Montolivo. All’inizio del secondo tempo Marchetti al posto di Buffon, che ha un risentimento del dolore al nervo sciatico
LIPPI – ”Il rammarico piu’ grande e’ il risultato. Partite come queste vanno vinte”: Marcello Lippi e’ soddisfatto della prestazione della Nazionale contro il Paraguay anche se – sottolinea – l’Italia avrebbe meritato la Vittoria.

LE NOSTRE PAGELLE AGLI AZZURRI  –

ITALIA (4-2-3-1): Buffon 6 (dal 1’ s.t. Marchetti 6); Zambrotta 6.5, Cannavaro 6, Chiellini 6, Criscito 6.5; De Rossi 7, Montolivo 6.5; Pepe 7, Marchisio 5 (dal 14’ s.t. Camoranesi 5.5), Iaquinta 5.5; Gilardino 4.5 (dal 28’ s.t. Di Natale n.g. ). . All. Lippi.

PARAGUAY (4-4-2): Villar; Veron, Da Silva, Alcaraz, Morel; Vera, Riveros, Caceres, Torres (dal 15’ s.t. Santana); Barrios (dal 31’ s.t. Cardozo), Valdez (dal 23’ s.t. Santa Cruz). All. Martino.

cannavaro-italia

ETO’ FANTASMA, IL GIAPPONE STENDE IL CAMERUN – Samuel Eto’o non e’ ancora pronto per una (seconda) vita da mediano. E non tutti possono spremergli lacrime e sangue con gli stessi risultati di Jose’ Mourinho. Paul Le Guen lo schiera lontano dall’area e il Camerun perde all’esordio mondiale contro il Giappone. Per gli asiatici e’ la prima vittoria lontano dalla patria dopo il Mondiale giocato in casa nel 2002. Un gol di Honda sul finire del primo tempo basta alla coriacea e umile formazione di Okada, di fronte a un avversario molto deludente, non solo nell’attaccante dell’Inter.

OLANDA, IL MASSIMO COL MINIMO SFORZO – L’Olanda non brilla e nemmeno incanta, sbuffa ed annaspa, soffre, ma alla fine vince. E, soprattutto in un esordio nel Mondiale, e’ questa la cosa piu’ importante. Gli uomini di Bert Van Marwijk, con il minimo sforzo, hanno ottenuto il massimo e lo hanno fatto anche in maniera insperata, vedendosi spianare la strada da un autogol che avrebbe fatto rabbrividire perfino un esperto in materia come Comunardo Niccolai che ai Mondiali gioco’ solo i primi 37′ di Italia-Svezia, il 3 giugno del 1970, a Toluca (Messico). Basta così la paperissima confezionata da duo Simon Poulsen-Agger, quest’ultimo piu’ vittima che protagonista nella circostanza, ed un tocco sottoporta di Kuyt, per regalare 3 punti d’oro, o forse sarebbe meglio definirli di platino, all’Olanda.

La classifica del gioco di CM:

https://www.cronachemaceratesi.it/?page_id=28734



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X