Recanatese verso il Baldoni-Siroti Bis

SERIE D- Quasi certa la conferma tecnica nonostante qualche episodio di inciviltà
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

siroti_gambini_baldoni

di Mauro Nardi

Alla Recanatese si va verso un Baldoni – Siroti (nella foto con patron Gambini) Bis. Manca ancora l’ufficialità ma la società guidata da patron Antonio Gambini non dovrebbe nutrire dubbi sulla conferma del tandem tecnico che ha regalato una stagione estremamente positiva ai colori giallo – rossi. Il settimo posto nel girone F del Cnd rappresenta infatti il miglior piazzamento ottenuto nella storia del calcio leopardiano ma non solo. Capitan Salvatelli e compagni hanno chiuso la stagione anche con una delle retroguardie più ermetiche d’Italia, con sole diciannove reti incassate. “Un bel traguardo anche se rischia di mettere in secondo piano tutti gli altri aspetti positivi di questa annata – commenta l’allenatore Stefano Baldoni – dalla solidità e compattezza dimostrata dalla squadra contro ogni avversario affrontato, alla serietà di una società che non ci ha fatto mai mancare nulla e che fa il passo secondo la gamba. Un aspetto tutt’altro che insignificante che rappresenta una solida base per costruire il futuro. Non possiamo quindi che essere orgogliosi di questi ragazzi che hanno onorato sino in fondo il campionato, nonostante la salvezza quasi scontata con un mese e mezzo di anticipo”. Un pensiero viene rivolto ai numerosi giovani giallo – rossi che si sono messi in mostra. Dalla conferma di Pablo Garcia a quella di Patrizi, passando per Pericolo, Sbarbati, Maruzzella e Torregiani. Un difensore, quest’ultimo, che merita un elogio particolare. “Un ragazzo che ha riscosso la simpatia di tutto il gruppo, sopratutto dei difensori piu esperti quali il mister Siroti, Fermani e Salvatelli che vedono in lui il loro erede. E’ un 92 e ci tenevo a ricordarlo – sottolinea Baldoni – ma gli elogi vanno estesi a tutta la pattuglia dei giovani, tutti provenienti dal nostro territorio. Recanati, Montelupone, Macerata e zone limitrofe. Una tendenza che in altre società difficilmente si riscontra, con under prelevati da importanti settori giovanili che vanno poi a pesare sulle casse della società. Alla Recanatese si fa di necessità virtù e questo probabilmente rappresenta un punto di forza”. Baldoni, figlio d’arte in quanto il papà negli anni settanta ha svolto il ruolo di vice allenatore all’Ascoli di Carletto Mazzone, si toglie un sassolino dalla scarpa dopo gli incivili episodi avvenuti al termine del campionato. “Spesso e volentieri preferisco non parlare, in quanto sembra che ci sono dei personaggi che non attendono altro per attaccarmi. Dopo l’ultima giornata di campionato ho concesso alla televisione la seconda intervista della stagione, dedicando un pensiero a mio padre che ha allenato la Recanatese negli anni ottanta. Ebbene, durante la messa in onda dell’intervista, su una televisione locale sono apparsi in sovraimpressione degli sms molto offensivi nei miei riguardi, della mia famiglia e degli affetti più cari. Idem su un forum dove si sono alternate altrettante calugne. Episodi di vera ed autentica inciviltà che lasciano profonda amarezza ma sui quali non voglio sorvolare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X