Menghi e Munafò:
“Votare significava
solo assegnare poltrone”

L'intervento
- caricamento letture

menghi-lanciani-munafò

Da Anna Menghi e Placido Munafò del Comitato Menghi:

“Interveniamo formalmente a nome e per conto del Comitato Anna Menghi. Detto questo, leggiamo con dispiacere gli attacchi del centro destra ad Anna Menghi, ovvero al Comitato Anna Menghi, attribuendogli la sconfitta elettorale giustificandola, in maniera puerile, con il fatto che non ha dimenticato i fattacci di 12 anni fa quando l’allora maggioranza di centro destra mandò a casa il suo sindaco (gli stessi che ancora oggi rappresentano il centro destra).

La cosa triste che osserviamo è la nostra sconfitta nell’idea di politica vera, intesa come progettualità. Infatti, nessuno ha detto con la vittoria di Carancini che “finalmente si farà questo per Macerata” e, viceversa, con la sconfitta di Pistarelli che non si “farà quest’altra cosa”, perché nessuno può dirlo mancando nei due candidati sindaci e nelle loro coalizioni, il senso vero dell’idea della Città e come intendono portare avanti questa idea. Ecco spiegato perché il Comitato Anna Menghi ha detto di non votare per il ballottaggio, perché votare significava solo assegnare le poltrone e incarichi a Tizio anziché a Caio e la cosa onestamente poco ci interessava. Quindi nessun livore, ma semplicemente la forza delle idee chiare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X