Carlo Taormina candidato sindaco?
Lega Italia: “Al 90% sarà lui”

Il noto avvocato è intenzionato a scendere in campo per le Comunali di Macerata
- caricamento letture

carlo-taormina2_2-300x216

di Alessandra Pierini

“Al 90 % sarà Carlo Taormina il candidato Sindaco di Lega Italia a Macerata”. Il leader nazionale e fondatore del nuovo partito che si propone come  una lista civica per l’Italia, avvocato noto  per aver difeso in passato la mamma di Cogne e per aver preso parte alla controversi Telekom Serbia del 2003,  potrebbe quindi decidere di tornare, con altre vesti, nella nostra città in cui è stato in passato docente di procedura penale presso la facoltà di Giurisprudenza. Lo annunciano Mirko Canala, candidato alla presidenza della Regione Marche, Massimo Verducci, responsabile provinciale di Lega Italia e Daniela Guidi, responsabile per il Piceno i quali non hanno affatto gradito il dietro front di Giulio Conti, al quale avevano garantito il loro appoggio e hanno deciso di correre in solitaria.
“Le ultime uscite fatte dai politici di questa città non ci sono piaciute perchè non rispecchiano i nostri ideali e riteniamo che non sia giusto prendere in giro l’elettorato – afferma Mirko Canala – abbiamo perciò deciso che a Macerata vogliamo una nostra identità. Abbiamo raccontato a Carlo Taormina cosa stava succedendo e con lui abbiamo pensato alla sua candidatura. Stiamo ora valutando la fattibilità della cosa poi decideremo definitivamente. In alternativa proporremo un altro avvocato. In ogni caso diciamo basta a questo modo di fare politica con promesse non mantenuto e dichiarazioni smentite subito dopo averle fatte” Dello stesso avviso Massimo Verducci: “Siamo un partito nuovo, non ci aspettiamo risultati grandiosi ma almeno vogliamo essere onesti con l’elettorato.”

conferenza-lega-italia

Prendendo spunto anche dalla cronaca cittadina, Mirko Canala passa poi a parlare del problema più volte sollevato del sistema bancario, lucroso e inadeguato alla realtà economica italiana: “Vi ho portato i dati di una rivista pubblica in cui vengono comunicati i dati relativi agli utili dei vari istituti bancari. Sono altissimi per tutte le banche italiane, per citarne una la Banca delle Marche ha 107.900 milioni di euro. Intanto le aziende chiudono perchè non hanno alcun tipo di sostegno. Faccio un appello alla Cotognini che è in grossa di difficoltà, ci contatti, noi possiamo aiutarli”
Conclude Daniela Guidi: “L’altro giorno ho visto in banca un manifesto con uno slogan che proponeva finanziamenti per l’acquisto di libri scolastici e per il pagamento delle tasse universitarie. Questo vuol dire che le famiglie non riescono più a sostenersi e la responsabilità è imputabile al lucro del sistema. Noi vogliamo fare molto per migliorare le cose. Ho visto l’annuario della Regione Marche e mi sento di dire che Spacca ha fatto un ottimo lavoro. Mi auguro per questa Regione che in futuro, qualunque sia il colore del Governatore, le cose migliorino.”
I temi e le priorità di Lega Italia, quindi restano le stesse. Il candidato e le alleanze sono inceve inedite e da seguire.

carlo-taormina



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X