Marcucci: “Non solo Civitanova,
ma tutti i Comuni della provincia,
dovrebbero dedicare una via a Craxi”

- caricamento letture

craxi_bettino

Da Umberto Marcucci, presidente del consiglio provinciale di Macerata:

“Mi permetto di intervenire nel dibattito aperto a Civitanova Marche ma che interessa molti comuni in Italia, relativo alla intitolazione o meno di una via a Bettino Craxi in occasione del decimo anniversario  dalla sua scomparsa.

Sulla questione sono d’accordo con coloro che si sono pronunciati a favore della intitolazione di una via a Craxi per svariate ragioni, innanzitutto perchè è stato Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica italiana per circa tre anni e quindi mi sembra che non si possa non riconoscere a Craxi il ruolo di uomo di stato che ha ricoperto e svolto.

Ancor di più è ragionevole se consideriamo l’attualità del suo riformismo. Negli anni 80, sono passati ben 30 anni, egli auspicava la riforma delle nostre istituzioni con la fine del bicameralismo perfetto, con maggiori poteri al premier, con la separazione delle carriere dei giudici. Tutti temi che ancora oggi sono al centro del dibattito sulle riforme istituzionali che ad ogni nuova elezione, ad un certo punto, sembra interessare tutti gli attuali partiti.

Proprio in occasione della sua morte in molti hanno rivalutato l’operato dell’uomo politico Craxi, anche l’allora Presidente del Consiglio D’Alema che propose per lui i funerali di stato.

Non credo sia una questione fondamentale intitolare una via prima a De Gasperi e poi a Craxi, l’importante è che si facciano, magari per De Gasperi si aspetti il 3 aprile, anniversario della sua nascita, nel 2011 saranno 130 anni, o il 19 agosto, anniversario della sua morte, avvenuta nel 1954.

Da Presidente del Consiglio Provinciale, auspico che non solo la commissione toponomastica di Civitanova Marche ma tutti i 57 comuni della nostra provincia colgano l’occasione di questo anniversario per dedicare una via a Craxi e per completare il quadro delle vie da dedicare ai rappresentanti delle istituzioni che hanno contribuito alla crescita ed allo sviluppo del nostro paese nella libertà e nella democrazia”.

***

IL NOSTRO SERVIZIO:

https://www.cronachemaceratesi.it/?p=14257



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X