Suore multate per eccesso di velocità:
“Eravamo in ansia per il Santo Padre”

Zapping
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

suore

(Fonte: www.repubblica.it)

Tanto preoccupate da premere il pedale dell’acceleratore un po’ troppo. Tale era l’apprensione provocata dalle condizioni di salute del Papa, e il desiderio di vedere da vicino quali fossero state le conseguenze dell’incidente che ha costretto Ratzinger a un’intervento dopo la frattura di polso. Peccato però che la troppa ansia abbia portato tre suore a sfrecciare a 180 all’ora sull’autostrada. E a prendersi una multa per eccesso di velocità.

Quando, ieri pomeriggio, le tre religiose sono state informate del ricovero in ospedale del Pontefice, hanno subito deciso di precipitarsi ad Aosta. Hanno viaggiato in autostrada, appunto a 180 chilometri orari. Ma non hanno fatto i conti con la polizia stradale, che le ha fermate e multate all’altezza di Quincinetto, in provincia di Torino, per l’elevata velocità.

“Patente e libretto”, è stata la richiesta di rito che il poliziotto ha rivolto, non senza un certo imbarazzo, alla religiosa al volante. “Correvate parecchio”, le ha rimbrottate l’agente. Che si è sentito rispondere “figliolo, ha ragione, ma andavamo di fretta perché siamo preoccupate per la salute del Santo Padre”.

Una nobile giustificazione. Che tuttavia non ha evitato alle suore una multa di 375 euro e la sospensione della patente per un mese alla spericolata conducente, suor A. M., di 56 anni. A quel punto la religiosa, per completare il viaggio e raggiungere l’ospedale di Aosta dove Benedetto XVI è stato operato, ha dovuto lasciare il volante. E affidarlo a una delle due consorelle a bordo, di 65 anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X