Sangiustese, mercoledì
si inizia a lavorare:
squadra in costruzione

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

giudici_9871

Inizierà mercoledì pomeriggio a Villa San Filippo la nuova stagione della Sangiustese ma ancora non si sa quali saranno i giocatori che prenderanno parte al raduno. Il diesse Antonio Pantanetti doveva infatti incontrare diverse pedine della passata stagione nella serata di ieri e già oggi si dovrebbero avere le idee più chiare. Certo è che al Comunale non si potrà svolgere l’intera preparazione come nelle passate stagioni visto che inizieranno immediatamente i lavori allo stadio per consetire alla Sangiustese di giocare in casa questo suo secondo campionato professionistico. Dunque per la prima volta la Sangiustese dovrebbe effettuare il ritiro lontano dal suo Comune di appartenenza e la location scelta è la vicina Gualdo, dove la truppa di Tiziano Giudici (nella foto) si dovrebbe trasferire da sabato. Gli unici giocatori sicuri sono il portiere Daniel Pandolfi, il terzino Alessandro Polinesi, il centrocampista Luca Pigini e gli esterni Ciro Iazzetta e Matteo Monti, tutti contrattualizzati. Ci saranno poi alcuni ragazzi delle giovanili e si aggregheranno alla squadra in prova il centrocampista Guidi (classe ’89, dall’Urbino), il terzino Di Emma (’89, dal Latina) e gli attaccanti Bonaventura (’86, dalla Castelfrettese) e De Marco (’84 dall’Elpidiense Cascinare). Ci dovrebbero essere capitan Andrea Carboni e il difensore centrale Luca Arcolai, due colonne di questa squadra negli ultime anni, così come il giovane terzino Alberto Carelli. In forse Luca Bordoni. Sarà difficile trattenere il regista Daniele Vitali, richiesto da diverse squadre tra cui il San Marino. Sembrano invece praticamente certe dopo gli ultimi contatti le partenze del centrale Giuseppe Aquino ( c’è l’interesse del Gubbio) e del centravanti Giorgio Galli (sembra sia saltata la trattativa col Giulianova ma su di lui ci sono altre squadre). Quasi certamente lasceranno la Sangiustese anche gli attaccanti Adriano, Pirro e Gentili, i centrocampisti Rovrena, Mancinelli e Guido Galli e il portiere Alessio Recchi. Tra i pali l’obiettivo numero uno è Pazzagli (classe ’87, della Fiorentina), figlio dell’ex portiere dei viola e del Milan Andrea Pazzagli, ma il suo arrivo sembra complicato  e si dovrebbe virare su Farinelli (anche lui classe ’87) della Triestina.
“In ogni caso – commenta Tiziano Giudici, pronto a vincere un’altra scommessa in rossoblù – il mercato resterà aperto fino al 31 agosto e di giocatori liberi in giro ce ne sono tante. La società si è messa a lavoro e io mi affido a loro”.
m. z.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X